22

Cagliari. Nuove maglie, si accende la passione

cagliari nuove maglie 2017

 

di LUCA PES

 

Una sera di mezza estate, il tramonto, il Bastione di Saint Remy.

Una cornice suggestiva per le presentazione delle nuove maglie che accompagneranno il Cagliari durante la stagione 2017-18.

I tifosi non accorrono in massa; è tempo di vacanze e di relax in spiaggia, il calcio può attendere.

Presentano la serata i giornalisti Fabiano Gaggini e Virginia Saba, autori di alcuni siparietti coi calciatori presenti.

Per primi sul palco l'allenatore Rastelli e il suo vice Legrottaglie, i condottieri del Cagliari che si proietta verso la nuova stagione.

Si parte col botto: c'è la maglia oro riservata agli estremi difensori, novità assoluta che pare aver fatto breccia nei cuori dei tifosi, indossata dal portiere-modello Rafael.

Arriva la casacca rossoblu, quella tradizionale, la maglia che fa battere forte il cuore. La indossano Dessena e il neo acquisto Cigarini, i tifosi incitano a gran voce il capitano.

La divisa “away”, che il Cagliari utilizzerà lontano dalla Sardegna Arena, è completamente bianca e presenta una banda rossoblu all'altezza del petto, all'interno della quale compare il logo ufficiale.

La presentano, sul palco allestito in prossimità del Caffè degli Spiriti, il nuovo arrivato Andreolli e Marco Sau. Ritorno al passato per la terza maglia, che è completamente rossa e ricorda quella utilizzata in occasione della storica vittoria di Torino, contro la Juventus, nel gennaio del 2009.

A indossarla, osannato dai tifosi, è il “figliol prodigo” Andrea Cossu, tornato a Cagliari dopo due anni all'Olbia, accompagnato dal terzino sinistro Senna Miangue.

Le nuove casacche verranno utilizzate per un'importante iniziativa: dopo ogni match disputato alla Sardegna Arena, la maglia del migliore in campo verrà messa all'asta e il ricavato sarà devoluto per un progetto sociale che il Cagliari Calcio sceglierà e comunicherà nei prossimi mesi.

Significative le parole di mister Rastelli: «Verrebbe voglia di indossare queste divise, ma la mia carriera è terminata da tempo. Adesso ho il compito di far capire a tutti i ragazzi che la maglia che indossano è importante, pesa tanto e va onorata in ogni circostanza. Spero che i tifosi sappiano trasformare la Sardegna Arena in una bolgia; lo stadio di casa è sempre stato il nostro fortino e grazie al pubblico abbiamo sempre ottenuto grandi risultati».

A proposito del nuovo stadio provvisorio, William Sogus ha vinto la selezione creativa per la scelta del logo della Sardegna Arena.

L'autore del nuovo marchio è stato premiato con due abbonamenti per la prossima stagione e con altri due abbonamenti omaggio della società per i suoi due bambini, tifosissimi del Cagliari.

comments powered by Disqus
top