log ventennale
log ventennale

Assemini. I piccoli studenti del Codice della Strada

21 i piccoli studenti del codice della strada (foto sito istituzionale comune di assemini)

 

di LUCA PES

 

Con l'entrata in vigore del nuovo Codice della Strada, nel 1992, si auspicava l’insegnamento dell’educazione stradale in tutte le scuole di ogni ordine e grado, comprese quelle materne.

In particolare, l’articolo 230 del Codice della Strada esprime la necessità di impartire, anche ai più giovani, le conoscenze basilari per circolare, conoscere e rispettare le regole della strada.

Ecco dunque la necessità di una materia didattica, l’educazione stradale, che insegni a coloro che un domani saranno automobilisti e/o motociclisti e che comunque usufruiranno della strada in maniera più diretta, non solo la conoscenza dei cartelli stradali ma anche dei comportamenti più corretti da adottare mentre si è alla guida o durante la circolazione pedonale.

Anche i più piccoli devono capire fin da ora che la strada, in quanto pubblica, soggiace a determinate leggi e soprattutto impone prudenza e rispetto nei confronti di se stessi, degli altri e dell’ambiente.

L'obiettivo è quello di una drastica riduzione degli incidenti e di una mobilità sempre più sostenibile.

L’Amministrazione Comunale di Assemini, per l’anno scolastico 2016/17, ha previsto come obiettivo strategico che il Corpo della Polizia Locale si occupasse, nell'ambito del proprio impegno professionale, di effettuare l’attività didattica di educazione stradale nelle scuole cittadine di ogni ordine e grado.

Vista la carenza di personale della Polizia Locale, il piano ha previsto che l’intervento di Ufficiali e Agenti si concentrasse sulla formazione degli alunni di cinque anni per quanto riguarda le scuole dell'infanzia, delle classi quinte delle scuole primarie e degli studenti delle terze classi nelle scuole secondarie di primo grado.

L'insegnamento è stato incentrato sui temi della legalità e della sicurezza urbana e stradale, con l’obiettivo di far conoscere e far comprendere, in modo elementare, il sistema delle leggi e il Codice della Strada promuovendo un senso comune di responsabilità.

I bambini delle scuole dell'infanzia hanno svolto una parte teorica che prevedeva la conoscenza della strada, della segnaletica verticale e orizzontale e di alcune regole comportamentali; la parte pratica consisteva nell’utilizzo di veicoli giocattolo su un percorso tracciato all’interno delle palestre scolastiche, in cui è stata installata la segnaletica stradale da comprendere e da rispettare.

Gli alunni della scuola primaria hanno potuto apprendere le regole della circolazione e della sicurezza stradale, oltre agli insegnamenti relativi ai comportamenti che devono tenere i pedoni e i ciclisti; a tutti gli alunni è stato consegnato un opuscolo di facile lettura, redatto dal Comando di Polizia Locale, intitolato “Sulle Strade Con Sicurezza”.

L'insegnamento per gli studenti della scuola secondaria di primo grado si è invece articolato in due fasi.

Nella prima parte sono stati proiettati filmati in cui sono visualizzabili una serie di sinistri stradali causati in particolare dall’abuso di alcool e di stupefacenti, dall'eccessiva velocità e dal mancato utilizzo delle cinture, seguiti da dibattiti incentrati sui concetti della legalità.

Nella seconda fase sono state fatte conoscere ai ragazzi alcune strumentazioni in uso al Comando di Polizia Locale quali l’autovelox, l’alcol test e l’etilometro; anche in questo contesto si sono aperti dibattiti mirati a far comprendere ai ragazzi l’importanza del rispetto della propria persona e degli altri utenti della strada prima di mettersi alla guida di un veicolo, facendo presenti le sanzioni in cui si potrebbe incorrere nel caso di cattiva condotta.

Alle lezioni hanno partecipato 126 bambini delle scuole dell'infanzia, 170 alunni delle scuole primarie e 250 studenti delle scuole secondarie di primo grado.

I dirigenti scolastici delle scuole interessate hanno manifestato grande apprezzamento per l'iniziativa e auspicano che il progetto, negli anni futuri, compatibilmente con la disponibilità in termini numerici del personale del Corpo di Polizia Locale, possa coinvolgere tutte le classi presenti nelle scuole.

Al termine del corso è stato allestito un cartellone rappresentativo contenente una serie di istantanee nelle quali sono immortalati alcuni momenti del lavoro svolto dal personale della Polizia Locale con gli alunni delle scuole primarie.

L'Amministrazione Comunale consegnerà ai rappresentanti delle classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado che hanno aderito all’iniziativa un attestato di partecipazione al corso, mentre a tutti i bambini delle scuole dell'infanzia, oltre all'attestato, verrà dato il patentino di pedone/ciclista.

comments powered by Disqus
top