22

CAGLIARI - CHIEVO 4 – 0: 4 goal nell’uovo di Pasqua rossoblù

cagliari chievo
cagliari chievo2

 

dal nostro inviato allo stadio Sant'Elia, ALESSIO CARIA

 

CAGLIARI (4-3-2-1):

Rafael (45' st Colombo), Isla, Salamon, Bruno Alves, Murru, Ionita, Tachtsidis, Deiola (28' st Barella), Joao Pedro, Sau (22' st Farias), Borriello.

 

 

CHIEVO (4-3-1-2):

Seculin, Izco, Dainelli, Cesar, Cacciatore (17' Spolli), Castro, Radovanovic, Hetemaj, De Guzman (22' st Bastien), Pellissier, Meggiorini (26' Gakpè).

 

Il Cagliari, reduce dalla sconfitta casalinga patita contro il Torino, cerca punti importanti in chiave salvezza matematica.

Rastelli si affida al collaudato tandem d’attacco formato da Sau e Borriello, con quest’ultimo recuperato dopo il recente infortunio.

A centrocampo spazio a Deiola mentre sulla linea difensiva si rivede Salamon.

Il Chievo deve fare i conti con i tantissimi infortuni che hanno costretto Maran ad aggregare tanti giovani alla prima squadra. Pellissier e Meggiorini guidano l’attacco dei gialloblu mentre Seculin rileva tra i pali l’acciaccato Sorrentino.

 

 

1° tempo:

Bella partita fin dalle prime battute.

Il Chievo si rende pericoloso con Castro, ben servito da Cacciatore. Borriello risponde con una potente conclusione mancina che termina fuori non di molto.

Poco dopo è ancora il Cagliari a cercare la via della rete con una punizione di Bruno Alves prima, ben respinta da Seculin e con Salamon poi, bravo nello stacco aereo su un cross di Tachtsidis.

Al minuto numero 10 si sblocca il match.

Tachtsidis lascia partire una bella conclusione da fuori area, Seculin ribatte non in maniera impeccabile e Borriello sigla il tap in vincente: è 1 a 0.

Il Cagliari continua a macinare gioco col Chievo in netta difficoltà.

Al 14’ arriva il raddoppio dei rossoblù, stavolta col suo capitano, Marco Sau, finalmente a segno dopo un lunghissimo digiuno.

Splendida la rete dell’attaccante di Tonara che salta due avversari e lascia partire una bella conclusione mancina che sbatte sul palo e poi trafigge un impotente Seculin.

Al 19’ occasione per il Chievo con Meggiorini: la sua conclusione è però respinta sul palo da un attentissimo Rafael.

Tra le file gialloblù due sostituzioni nel giro di pochi minuti a causa degli infortuni di Spolli e dello stesso Meggiorini.

Il Chievo torna a farsi pericoloso con De Guzman ma la sua conclusione è murata da Salamon.

Risponde il Cagliari con Sau, ancora una volta bravissimo nel trovare lo spazio per concludere.

La sfera termina di poco alta sopra la traversa.

Al minuto 39 arriva anche la terza rete di uno scatenato Cagliari con Joao Pedro, bravo nel tap in vincente sotto porta dopo un cross di Ionita ribattuto da Seculin.

Poco dopo Chievo pericoloso con Catro ma Rafael è ancora una volta attento e sventa prontamente la minaccia avversaria.

Dopo 3 minuti di recupero, il direttore di gara sancisce la fine del primo tempo: uno straripante Cagliari conduce per 3 reti a 0.

 

2° tempo:

Prima emozione della seconda frazione al minuto 53 ad opera di Joao Pedro: la sua conclusione da buona posizione è però agevolmente bloccata a terra da Seculin. Il ritmo di gioco è nettamente calato rispetto al primo tempo con un Cagliari che gestisce la palla e conduce tranquillamente la partita.

Al 75’ punizione per il Cagliari.

Sul pallone si presentano Joao Pedro e Borriello ma è quest’ultimo ad effettuare una bella conclusione che costringe l’estremo difensore del Chievo alla parata in tuffo.

Il Cagliari non si ferma e un minuto prima del 90’ trova addirittura il quarto goal.

Grandissima azione di Farias, subentrato a Sau, che spedisce però la sfera addosso a Seculin.

Serie di batti e ribatti e pallone che arriva sui piedi di Joao Pedro che mette a sedere il portiere con una finta e ribadisce in rete.

Sugli spalti è festa per la grande prestazione del Cagliari.

All’ultimo minuto standing ovation per il terzo portiere rossoblù, Colombo, che fa il suo esordio in massima serie col Cagliari e conclude con questa partita una lunga e bella carriera calcistica: tantissimi applausi per lui.

Dopo 2 minuti di recupero, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi: un grande Cagliari batte il Chievo 4 a 0.

Una bella risposta dopo la sconfitta patita domenica scorsa col Torino.

Una grande partita caratterizzata dal bel gioco e dalla grande voglia di portare a casa i 3 punti.

Il Cagliari segna 4 goal, non subisce alcuna rete e batte il Chievo, portandosi così a quota 38 punti in campionato, ad un passo dalla salvezza matematica.

Tanti i lati positivi nel bel sabato rossoblù.

Il rientro tra i titolari di Salamon, autore di una grandissima prestazione al centro della difesa; la maglia da titolare per Deiola, ad un passo dal goal e capace di fornire un contributo importantissimo alla squadra; il ritorno al goal di Sau dopo un lunghissimo digiuno; la quindicesima rete in campionato di un sempre più bomber e trascinatore Borriello, protagonista quest’anno di una delle sue migliori stagioni da professionista.

Una serie di elementi che hanno contribuito alla netta vittoria del Cagliari e che permettono ai rossoblù di trovare certezze importanti in vista del difficile impegno della prossima settimana in casa dell’Udinese, distante solo due lunghezze in classifica.

Mancano poche partite alla fine, sfide che i rossoblù affronteranno col desiderio di portare a casa la maggior parte dei punti a disposizione e di regalare ancora delle soddisfazioni ai propri tifosi.

comments powered by Disqus
top