log ventennale
log ventennale

La Super Luna Rossa

28 fig.2 eclissi di luna  foto di marco massa

 

Di Marco Massa, presidente dell'Associazione Astrofili Sardi

 

 

 Eclissi di luna -Foto di Marco Massa

 

La mattina di Lunedì 28 Settembre 2015, a partire dalle ore 4.15, si è verificata un'eclissi totale di Luna visibile anche dalla Sardegna.

Purtroppo le condizioni meteo avverse non hanno consentito a tutti di osservare il fenomeno e di assistere ad uno spettacolo eccezionale con una Super Luna coperta da un velo rosso per circa un'ora.

 

Il fenomeno

L'eclissi di Luna avviene quando il nostro satellite entra nel cono d'ombra proiettato dalla Terra nello spazio e quindi non essendo più illuminato dal Sole si oscura.

Se il piano dell'orbita lunare coincidesse con quello dell'orbita terrestre, avremo ogni mese due eclissi, uno di Luna ed uno di Sole; ma poiché il piano dell'orbita lunare è inclinato rispetto a quello terrestre di circa 8 gradi, si verifica che i due piani si incontrano solamente in due punti chiamati nodi.

Congiungendo i due nodi si ottiene la linea dei nodi e quando essa coincide con quella che congiunge la Terra al Sole e la Luna contemporaneamente transita su uno dei nodi si verifica un'eclissi: di Sole con la fase di Luna Nuova e di Luna con la fase di Luna Piena.

Insomma i tre corpi celesti Terra, Luna e Sole devono essere ben allineati perché si verifichi il fenomeno delle eclissi totali per cui, in un anno, si possono verificare al massimo sette eventi: 5 di Sole e due di Luna oppure 4 di Sole e 3 di Luna.

 

Eclissi di Luna

Per le eclissi totali di Luna bisogna considerare che la sezione del cono d'ombra attraversato dalla Luna ha un diametro di circa 9.000 chilometri (2 volte e mezzo la Luna) e quindi il suo attraversamento può durare anche alcune ore.

Una tale durata ed estensione dell'eclissi fa sì che l'evento possa essere osservato  da ampie zone della superfice terrestre, anche da più continenti.

Durante la fase massima dell'eclissi di Luna il nostro satellite non sparisce completamente, ma assume una colorazione rossastra perché l’atmosfera terrestre, filtrando i raggi solari, lascia passare le frequenze rosse che la superficie lunare riflette verso i nostri occhi.

La “luminosità” e l'intensità di tale colorazione dipendono molto dalle condizioni della nostra atmosfera: se essa è “sporca”, come ad esempio dopo grandi eruzioni vulcaniche, l'eclissi sarà molto buia e la Luna tenderà quasi a sparire.

Nel caso di atmosfera pulita invece, il nostro satellite risulterà ben visibile in cielo e di uno stupendo colore rosso-sangue.

 

La Super Luna Rossa

L'eclissi lunare del 28 Settembre 2015 è stata visibile in buona parte del continente Asiatico, nelle Americhe, in Africa, in Europa e anche in Sardegna.

Dove il cielo lo ha permesso, il pubblico della notte ha potuto godere della Luna di sangue, intensamente rossa grazie al fenomeno della diffrazione provocato da una atmosfera terrestre abbastanza limpida.

Era dal 15 giugno 2011 che non si verificava in Italia lo spettacolo della Luna Rossa e quest’anno è stata ancora più particolare perché il nostro satellite naturale, percorrendo la sua orbita, si è trovato nel punto più vicino alla Terra (perigeo, equivalente a 356.876 chilometri).

Ciò significa che il suo diametro appariva maggiore del 14 per cento rispetto alle dimensioni medie apparenti.

Ecco perché dai media è stata battezzata “Super Luna Rossa”, è una coincidenza che ha reso raro questo appuntamento, visto che l'ultima volta di un'eclissi totale di Super Luna risale al 1984 e per il prossimo simile evento bisognerà aspettare il 2033!

comments powered by Disqus
top