22

Villaspeciosa. Alice Aroni: “ringrazio chi mi ha votata e un grazie particolare a mio padre per avermi concesso l’onore di essere sua figlia!”

14 alice-sandro
14 foto alice aroni
15 mariano aroni

 

di SANDRO BANDU

 

Alice Aroni è una ragazza di 35 anni, ed è impiegata presso il Poliambulatorio di Decimomannu. Nelle recenti elezioni comunali di Villaspeciosa ha tentato la scalata al Comune di Villaspeciosa, ma per un niente, per soli 85 voti, non ce l'ha fatta.

Ha vinto, invece, il suo competitor Gianluca Melis, delfino dell'ex sindaco Elio Mameli.

Alice è una bella ragazza, slanciata e biondissima, è molto determinata; quando parla ti guarda dritto negli occhi e non cede: non è mai lei ad abbassare per prima lo sguardo.

Per l'intervista accetta di venire presso la nostra sede, un giovedì alle ore 17.

È puntualissima e con me sale al primo piano dove si trova la nostra redazione. All'inizio penso che mi studi, mi guarda e non parla.

Poi, una volta rotto il ghiaccio, è un fiume in piena. Riesco anche a farla divertire e non me ne pento: ha un bellissimo sorriso.

So che nel primo Consiglio Comunale ha avuto un vivace scontro con l'ex sindaco Elio Mameli, e per questo la incalzo e cerco di portarla a qualche dichiarazione forte.

Niente da fare: durante la lunga intervista, durata quasi due ore, citerà tutti per nome e cognome ma non farà mai il nome e il cognome dell'ex sindaco, mi dirà solo alla fine: non se lo merita. Vi assicuro che contro di lui non userà espressioni forti.

Chi conosce la storia politica di Villaspeciosa sa perchè vi è questo attrito tra questa ragazza di 35 anni, che si sta affacciando oggi alla vita politica del proprio paese, ed Elio Mameli, sindaco di Villaspeciosa dal 2003 al 2018.

Un po' di storia.

Il papà di Alice, Mariano Aroni, scomparso all'età di 72 anni nel 2012, è stato un potente politico, prima in quota alla Democrazia Cristiana e poi all'UDC, ricoprendo prestigiosi incarichi politici anche a livello regionale (vedi articolo pubblicato nel Vulcano n° 77).

Dal 1990 al 2003 è stato sindaco di Villaspeciosa, facendo fare un bel salto di qualità al proprio paese con scelte lungimiranti; ma sapete chi era il suo vice?

Presto detto: Elio Mameli. Si dice che proprio Mameli, a capo di altri sei consiglieri, sia l'artefice della caduta della giunta Aroni decretando la fine politica a Villaspeciosa dello stesso Mariano Aroni: ecco spiegato il motivo della non reciproca simpatia.

Salve Alice, ci dice quale è stato il suo primo pensiero dopo che ha capito di aver perso per soli 85 voti?

Non è stato negativo: ho pensato ai 745 concittadini che avevano scelto me. Per me è stata una grande vittoria: metà del paese ha scelto Alice Aroni”.

Allora le formulo la domanda in diverso modo: perchè gli speciosesi hanno scelto Gianluca Melis?

Sarebbe interessante chiederlo a chi lo ha votato!”.

Sorride. Ho capito che da qui non si passa.Ho saputo che il primo Consiglio Comunale è stato, per usare un eufemismo, un po' turbolento...

Non da parte mia: ho solo risposto a tono ad alcune provocazioni”...................................................

 

Se volete approfondire questo articolo prenotate la vostra copia del Vlcano n° 96 in distribuzione.

comments powered by Disqus
top