22

“Innamor’art”, tre nuovi murales per Assemini

21 davide pils posa al centro del suo ultimo murale

 

di LUCA PES

 

“Innamor’art - La città si innamora dell’arte” è il titolo del progetto voluto dall’Assessorato alla Cultura per colorare ed abbellire sempre più Assemini.

La cittadina, da qualche mese, può contare sul contributo di artisti che la stanno riqualificando artisticamente attraverso i loro colori e le proprie opere.

Opere apprezzate anche a livello nazionale con menzioni e premi. Assemini, con la prima parte del progetto Innamor’art, si arricchisce di altri tre murales.

Davide Pils, Pietrina Atzori e Rosaria Straffalaci, questi i tre autori.

Le opere sono state realizzate grazie alla fattiva collaborazione dei ragazzi del Liceo Artistico “Foiso Fois” di Cagliari. Gli studenti del corso di “Arti Figurative” hanno preso parte all'iniziativa nell'ambito dell'attività di alternanza scuola-lavoro.

I ragazzi sono stati seguiti da una tutor, la professoressa Stefania Mele. Il 19 gennaio, serata durante la quale sono state inaugurate le opere, si è svolto un tour artistico che ha avuto tre tappe. Si è partiti dal murale di Piazza del Legno, realizzato da Davide Pils.

L'opera riproduce un quadro di M.C. Escher, Metamorphosis, riveduto e corretto.

Viene riproposto il tema delle metamorfosi da cui scaturiscono centinaia di animali interconnessi e si conclude con una veduta a “volo d'uccello” della storica piazza asseminese con la chiesa parrocchiale di San Pietro.

Per realizzare quest'opera, lunga circa 65 metri, Pils, direttore artistico del progetto Innamor'art, si è avvalso della collaborazione di una quindicina di volontari.

Ci si è poi spostati in via Porto Torres, dove campeggia una grande tela della fiber artist Pietrina Atzori.

“Intragnas”(interiora), questo il titolo dell'opera, è percorsa dinamicamente da innumerevoli fili che, convergendo in un unico punto, si uniscono formando una trama fitta e forte, simbolo di coesione umana al di là delle differenze etniche, culturali e sociali.

Il tour si è concluso in corso Europa, dove Rosaria Straffalaci ha coordinato uno dei gruppi di studenti che si approcciavano per la prima volta a un lavoro di questo genere.

In questo caso l’artista ha scelto il cielo come tema per i ragazzi, i quali avevano a disposizione sette pannelli su cui lavorare.

L'opera presenta un susseguirsi di atmosfere che riecheggiano correnti artistiche moderne e contemporanee, con riferimenti alla condizione femminile.

Davide “Pils” Pili ci ha parlato dell'iniziativa:

«Il progetto 'Innamor'art', patrocinato dal Comune di Assemini, è partito nel 2017 con l'intento di rendere la città più bella e più godibile.

Prendendo spunto dalle realtà artistiche di altri paesi del Campidano, come San Sperate e San Gavino, anche qui si è sentito il desiderio di dare un tocco di colore alla cittadina.

Un centro abitato sempre più grande, ma anche sempre più grigio. Da tanto tempo Assemini non si rifaceva il look e con questa iniziativa si son gettate le basi per una nuova immagine della città.

È stata fondamentale la collaborazione di alcuni artisti locali, come il sottoscritto. Ho particolarmente apprezzato il contributo offerto dagli studenti dell'Artistico».

comments powered by Disqus
top