22

Intervista ad Alberta Grudina, segretaria del Circolo PD di Decimomannu: “L’opposizione consiliare mai ascoltata a Decimomannu”

6 alberta grudina

 

di ALBERTO NIOI

 

Con la consiliatura ormai in scadenza naturale nella prossima primavera, in autunno è però tempo di bilanci sull’attività amministrativa passata e le prospettive future.

Anche per i consiglieri di opposizione.

Ne parliamo con il consigliere comunale e segretario cittadino del Pd Alberta Grudina.

Che amministrazione comunale è stata quella che si sta esaurendo?

Beh, certamente a due facce - risponde Alberta Grudina - con i primi quattro anni di amministrazione lasciati scorrere nella più completa noncuranza e latitanza e l’ultimo con un attivismo accentuato soprattutto nell’asfalto di strade prima tenute nell’abbandono più totale”.

L’opposizione cosa ha fatto?

Da subito ci siamo proposti offrendo le nostre conoscenze ed esperienze, ma non sono state tenute in nessun conto come dimostra un avanzo di bilancio di oltre quattro milioni di euro davvero inconcepibile viste le esigenze. Sono infatti risorse libere ma non spendibili: non per colpa di leggi come si dice, ma proprio per una mancata programmazione negli anni passati”.

Qualche esempio?

Più volte, ogni anno, abbiamo proposto modifiche al conteggio e all’approccio dei numeri riguardo tasse che noi riteniamo davvero esose: sui rifiuti urbani i cittadini tutti e in particolar modo quelli delle zone periferiche così come i commercianti pagano davvero uno sproposito rispetto il servizio svolto”.

Non siete stati ascoltati.

Peggio: siamo stati persino dileggiati dai banchi della maggioranza senza che avessero nemmeno provato a leggere o ascoltare quanto noi proponevamo. Si sono sempre dimostrati un vero muro di gomma”.

Si dice invece che attacchiate e contestiate la maggioranza per partito preso e per risentimento dopo la sconfitta elettorale.

Macché risentimento, siamo grandi e vaccinati. Facciamo politica con lo spirito del servizio pubblico. Chiuso un capitolo se ne apre un altro: si perdono le elezioni? Bene, rimane sempre il compito principale di dare il proprio contributo civico per fare del bene ai cittadini che poi siamo tutti noi. E dai banchi del Consiglio, studiando le norme e leggendo le carte, si è in posizione privilegiata per elaborare proposte e suggerimenti. Ci sarebbe bastato essere ascoltati, averci ragionato e poi preso una conseguente decisione che sarebbe stata certamente più ricca di quelle invece precompilate che sono state prese”.

Precompilate da chi? Allude a qualche influenza esterna alla compagine amministrativa?

"......................................

 

SE VUOI APPROFONDIRE QUESTO ARTICOLO, PRENOTA IL VULCANO N° 93 IN IMMINENTE USCITA!

 

comments powered by Disqus
top