22

Valeria Salis (21 anni) è un'altra dei tanti ragazzi decimesi che hanno deciso di portare avanti i propri studi universitari fuori dalla Sardegna. Attualmente è iscritta al corso di laurea in Informatica Musicale presso l’Università degli Studi di Milano

14 valeria salis

 

di ALESSIO CARIA

 

Come mai hai deciso di studiare fuori dalla Sardegna?

"La mia scelta è stata dettata principalmente dal fatto che una facoltà come quella di Informatica musicale fa parte dell'offerta formativa di poche facoltà, nessuna delle quali si trova in Sardegna. In secondo luogo ho visitato Milano diverse volte prima di prendere la decisione definitiva e l'accoglienza, la disponibilità, l'apertura dal punto di vista mentale e le varie occasioni offerte da questa città per i giovani mi hanno colpita fin dall'inizio e hanno contribuito a rendere l'idea del mio trasferimento qui ancora più concreta".

Quali sono le differenze rispetto al sistema universitario sardo?

"Sinceramente non saprei darti una risposta valevole in quanto nel momento in cui ho trovato questa facoltà non ho avuto alcun interesse a conoscere il sistema universitario sardo".

Consiglieresti la tua esperienza ad altri ragazzi?

"La consiglierei a tutti coloro che hanno la possibilità di considerare questa opzione. Passare da una realtà piuttosto chiusa (territorialmente e mentalmente parlando) ad una che è l'esatto opposto non è semplice ed è necessario essere consapevoli e determinati. Ho avuto la fortuna di essere sostenuta nella mia scelta ma ho tenuto presente fin dall'inizio che non sarebbe stata una passeggiata. Sapevo che avrei dovuto fare tanti sacrifici e ho scoperto in me uno spirito di adattamento e una tale forza di volontà che non credevo di avere".

Ritieni che questa esperienza ti stia arricchendo?

"Assolutamente si. Questa esperienza mi sta arricchendo sia da un punto di vista personale che culturale. Il confronto con altre realtà e con persone che hanno un background completamente diverso rispetto al mio mi ha dato modo di crescere e vedere le cose da altri punti di vista. Opportunità di questo tipo si colgono, a mio parere, soltanto quando si decide di apportare un cambiamento radicale nella propria vita (che a 19-20 anni può coincidere con la scelta di proseguire gli studi lontano da casa e vivere 24 ore su 24 una quotidianità differente da quella con cui si è cresciuti)".

comments powered by Disqus
top