log ventennale
log ventennale

CAGLIARI-TORINO 2-3: SI può dare di più!

han
Il Cagliari, dopo una buona mezzora, si spegne lasciando spazio all'iniziativa del Torino. Delusione al Sant'Elia.

 

dal nostro inviato allo stadio Sant'Elia, LUCA PES

 

CAGLIARI (4-3-2-1):

Rafael; Isla, Pisacane, Bruno Alves, Murru; Ionita, Tachtsidis, Padoin (56° Farias); Joao Pedro, Sau © (81° Han); Borriello (34° Faragò). Allenatore: Rastelli In panchina: Colombo, Crosta, Gabriel, Capuano, Ceppitelli, Miangue, Salamon, Deiola, Di Gennaro.

 

TORINO (4-2-3-1): Hart; Zappacosta, Moretti, Carlao (65° Ajeti), Molinaro (46° Barreca); Acquah, Baselli; Iago Falque, Ljajic, Iturbe (22° Boyé); Belotti ©. Allenatore: Mihajlovic In panchina: Padelli, Cucchietti, Maxi Lopez, Benassi, Gustafson, Valdifiori, Lukic, De Silvestri.

 

 

ARBITRO: Rocchi di Firenze Assistenti: Tolfo - Gava Quarto uomo: Giallatini Addizionali: Gavillucci - Abbattista

RETI: 19° Borriello (rig.), 33° Ljajic, 39° Belotti, 54° Acquah, 95° Han

Ammoniti: Carlao, Acquah, Pisacane, Ljajic, Joao Pedro, Iago Falque, Acquah (seconda)

Espulsi: Acquah (somma ammonizioni)

Corner: 5 - 2

Recupero: 3' - 5'

Note: cielo sereno, temperatura primaverile, terreno in buone condizioni.

Spettatori: 12.103

 

MIGLIORARE LA CLASSIFICA

– E' una sfida tra due compagini che hanno poco o nulla da chiedere a questo campionato in termini di obiettivi. Il Cagliari, che non ottiene i tre punti davanti al proprio pubblico dalla metà di gennaio, scende in campo col 4-3-2-1; Joao Pedro e Sau a supporto dell'unica punta Borriello. Mihajlovic risponde con un super offensivo 4-2-3-1 in cui il “gallo” Belotti viene innescato da Iago Falque, Ljajic e Iturbe. A pochi giorni dal quarantasettesimo anniversario dalla vittoria dello scudetto, i rossoblu scendono in campo con la divisa vintage, riproduzione della casacca che Riva e compagni utilizzarono nella gloriosa stagione 1969-70.

BUON AVVIO

– Il Cagliari parte con maggiore vivacità, ma la prima vera occasione da gol è del Toro che al 9° va vicino al vantaggio con un colpo di testa di Carlao. I rossoblu fanno la partita e al minuto 17, sugli sviluppi di una punizione battuta da Tachtsidis, ottengono un calcio di rigore trasformato da Borriello. Il Torino fatica a reagire e ad infilarsi tra le maglie della difesa avversaria, il Cagliari ha l'occasione per raddoppiare alla mezz'ora ma Joao Pedro, dopo un colpo di testa di Borriello, manca il tap in vincente. Al 33°, uno dei punti cruciali del match: scambio al limite dell'area tra Belotti e Ljajic e il serbo lascia partire un gran tiro che si insacca alle spalle di Rafael. Borriello è costretto ad uscire per infortunio, il tecnico Rastelli lo sostituisce con Faragò ed il Cagliari, senza una prima punta di ruolo, arranca. Sau è troppo isolato in avanti, Ionita viene schierato tra le linee accanto ad un evenescente Joao Pedro. Ljajic non si accontenta e va vicino alla doppietta con un altro gran tiro dalla distanza, ma bisogna attendere solo una manciata di minuti per il vantaggio granata che arriva al 39° con un colpo di testa del bomber Belotti. Si va al riposo sul punteggio di 1-2 dopo due timidi tentativi nel finale della prima frazione, una per parte.

BEL TORINO

– Il Cagliari tenta di reagire ad inizio ripresa, ma il Torino affonda il colpo. Al 54° Iago Falque serve Acquah che dal limite dell'area trafigge Rafael con una conclusione potentissima. Rastelli gioca la carta Farias per aumentare la pericolosità in avanti, ma è ancora la squadra di Mihajlovic a rendersi pericolosa al 58° con l'ex di turno Barreca. Il Torino ha il pieno controllo del risultato e del match, ma al 68° il Cagliari si ripropone in avanti con il tandem Joao Pedro – Sau che sprecano l'occasione. Dieci minuti più tardi grande chance per i granata con Barreca che, lanciato da Iago Falque, a tu per tu con Rafael fallisce il gol. I rossoblu tentano di rientrare in partita con Joao Pedro, ma all'86° è il Torino ad andare vicino al quarto gol con Belotti che colpisce l'esterno del palo. Ci si avvia ai cinque minuti di recupero senza particolari sussulti, ma nel finale c'è spazio per l'espulsione di Acquah e per uno splendido tiro a giro di Iago Falque che colpisce l'incrocio dei pali. Al 95°, si scrive un piccolo pezzo di storia del calcio italiano: il diciottenne Kwang-Song Han, in campo da pochi minuti, insacca di testa su cross di Farias. È il primo gol di un nordcoreano in serie A.

CAGLIARI RIMANDATO

– Il Torino torna alla vittoria in trasferta dopo quasi cinque mesi e mantiene il decimo posto in graduatoria alle spalle della Samp. Il Cagliari non vince al Sant'Elia dalla goleada contro il Genoa e rimane al tredicesimo posto, ad un passo dalla conquista della salvezza matematica. L'atteggiamento dei rossoblu, dopo l'uscita di Borriello, è stato troppo remissivo ed il solo Sau in attacco è apparso isolato. Deludente Joao Pedro, la difesa è sembrata poco attenta in occasione dei due gol subiti dalla distanza. Il Torino ha un tasso tecnico superiore a quello del Cagliari ma è lecito aspettarsi qualcosa di più dai ragazzi di Rastelli.

comments powered by Disqus
top