log ventennale
log ventennale

CAGLIARI – LAZIO 0-0: un buon punto tra le poche emozioni del Sant’Elia

inzaghi lazio

 

dal nostro inviato allo stadio Sant'Elia, ALESSIO CARIA

 

CAGLIARI (4-3-2-1)

Rafael; Isla, Pisacane (41' st Salamon), Bruno Alves, Murru; Dessena (9’ pt Faragò), Tachtsidis, Padoin; Ionita, Joao Pedro; Sau (22’ st Farias).

 

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Basta (35’ st Patric), De Vrij, Hoedt, Radu (22’ st Djordjevic); Parolo, Biglia, Lulic; Felipe Anderson, Immobile, Keita (26’ st Luis Alberto).

Arbitro: Guida di Torre Annunziata

Ammoniti: Faragò (C), Pisacane (C), Isla (C), Biglia (L), De Vrij (L).

Il Cagliari, tenuto a riscattarsi dopo le ultime brucianti sconfitte patite contro Inter e Fiorentina, cerca punti di fronte al proprio pubblico, presentatosi ancora una volta in massa per supportare la squadra.

Rastelli opta per un 4-3-2-1 orfano di innumerevoli titolari, complici i recenti infortuni di Barella e Borriello. In attacco spazio a Sau con Joao Pedro ad agire tra le linee.

La Lazio continua ad inseguire il sogno europeo e cerca ulteriori conferme dopo l’ottima vittoria ottenuta in casa contro il Torino.

Inzaghi concede ancora una volta spazio a Keita il quale si affiancherà a Felipe Anderson e al bomber Immobile in attacco.

 

 

1° Tempo:

Avvio molto lento e contornato da numerosi errori da parte di entrambe le squadre.

Al nono minuto il Cagliari perde il suo capitano Dessena a causa di un infortunio muscolare: al suo posto Faragò, all’esordio al Sant’Elia.

Al 29’ Lazio pericolosa con Immobile ma l’attaccante biancoceleste non riesce ad agganciare il pallone in area.

Il primo vero sussulto del match arriva solo al minuto 43 quando Keita, dopo una serie di rimpalli fortunosi, entra in area da sinistra e lascia partire una conclusione potente, deviata sopra la traversa da Isla.

Dopo due minuti di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi con le squadre bloccate sul punteggio di 0 a 0.

Davvero pochissime emozioni nei primi 45 minuti di gara.

 

2° Tempo:

La Lazio si rende subito pericolosa in avvio con una bella conclusione dalla distanza di Felipe Anderson che termina però fuori alla sinistra di Rafael.

Al 50’ arriva la prima conclusione del Cagliari con Faragò: il pallone è però agevolmente parato da Strakosha. Al minuto 59 Felipe Anderson ha l’occasione per portare in vantaggio i suoi ma da pochi passi conclude debolmente, favorendo l’intervento a terra dell’estremo difensore rossoblù.

Il Cagliari risponde con varie azioni pericolose e con una conclusione di Joao Pedro, che termina incredibilmente alta sopra la traversa. Poco più tardi ci prova anche Tachtsidis con un tiro però troppo centrale per impensierire Strakosha.

I rossoblù hanno la possibilità di portarsi in vantaggio all’81’ con Padoin, che controlla la sfera in area di rigore e lascia partire una conclusione che termina però, ancora una volta, incredibilmente a lato.

La Lazio cerca di rendersi pericolosa con numerosi cross in area di rigore ma Rafael è bravo nel farsi trovare pronto e nello sventare le varie minacce.

Nel finale ottimo contropiede del Cagliari con Joao Pedro che serve Farias in area di rigore laziale; il brasiliano si trova a tu per tu con Strakosha ma termina a terra nel momento decisivo dell’azione: l’arbitro lascia proseguire.

È l’ultimo sussulto di una gara poco emozionante.

Dopo 4 minuti di recupero il direttore di gara sancisce la fine della sfida: tra Cagliari e Lazio è 0 a 0.

Certamente non una partita entusiasmante quella disputata da Cagliari e Lazio al Sant’Elia con poche occasioni da goal ed un gioco caratterizzato soprattutto da numerosi errori.

I ragazzi di mister Rastelli sono finalmente riusciti a non subire goal, curando bene la parte difensiva.

È stato però il reparto offensivo, orfano dell’infortunato Borriello, vero e proprio bomber dei rossoblù, ad incidere poco.

I rossoblù avrebbero probabilmente potuto cercare la via del goal con maggiore determinazione, soprattutto in contropiede ma, nonostante tutto, il punto conquistato al Sant’Elia deve necessariamente essere considerato un qualcosa di positivo, in quanto ottenuto contro una squadra, la Lazio, che solo all’andata rifilò ben 4 reti al Cagliari e che sta tuttora lottando per un posto nell’Europa dei grandi.

Nel prossimo turno i rossoblù affronteranno il Palermo, formazione che tenterà in tutti i modi di ottenere punti importanti in chiave salvezza.

La sfida arriverà dopo la pausa dovuta agli incontri della nazionale, fatto senz’altro positivo in quanto permetterà al Cagliari e allo stesso Rastelli di recuperare vari infortunati e poter così affrontare al meglio la restante parte di stagione.

 

19.03.2017

comments powered by Disqus
top