log ventennale
log ventennale

CAGLIARI – INTER 1 - 5 : i neroazzurri travolgono i sardi al Sant’Elia

perisic

 

dal nostro inviato allo stadio Sant'Elia, ALESSIO CARIA

 

CAGLIARI (3-5-1-1):

 Gabriel; Pisacane, Bruno Alves, Capuano; Isla, Ionita, Di Gennaro (17' st Sau), Barella (33' st Dessena), Padoin; Joao Pedro; Borriello (33' st Ibarbo).

 

INTER (4-2-3-1): 

Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi (43' st Nagatomo); Gagliardini, Kondogbia; Candreva, Banega (31' st Joao Mario), Perisic (28' st Eder); Icardi.

 

Arbitro: Di Bello di Brindisi.

 

Reti: 34’ pt e 47’ st Perisic (I), 39’ pt Banega (I), 42’ pt Borriello (C), 22’ st Icardi (I) rig., 43’ st Gagliardini (I).

Ammoniti: Ionita, Barella.

 

 

Il Cagliari, reduce dalla vittoriosa trasferta di Crotone, vuole replicare l’impresa dell’andata quando si impose per due reti a uno sui neroazzurri.

Mister Rastelli ritrova dal primo minuto Borriello; tra i pali ancora spazio a Gabriel.

L’Inter cerca il riscatto dopo la bruciante sconfitta patita in casa contro la Roma.

Pioli deve fare a meno di Brozovic e schiera Banega dal primo minuto dietro a Icardi, con Joao Mario, non al meglio della condizione, in panchina.

 

1° Tempo.

Parte bene il Cagliari che al settimo minuto ha l’occasione per portarsi in vantaggio.

Padoin imbecca perfettamente Joao Pedro, il brasiliano prova il pallonetto su Handanovic ma il suo tentativo è reso vano dallo splendido salvataggio di Medel sulla linea.

Kondogbia è sicuramente il più propositivo tra i neroazzurri.

Al 17’ il francese tenta un colpo di tacco a pochi passi da Gabriel ma il pallone termina alto sopra la traversa.

Dieci minuti più tardi Inter ancora una volta pericolosa.

Perisic cerca Icardi sul secondo palo ma l’argentino, in spaccata, non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.

Al 34’ arriva la rete dei neroazzurri: Banega premia l’inserimento di Perisic, il croato stoppa il pallone e con una conclusione rasoterra trafigge l’estremo difensore del Cagliari.

5 minuti dopo l’Inter trova il goal del raddoppio.

Banega ancora una volta protagonista, stavolta con una bella punizione dal limite che si insacca alle spalle di Gabriel: è 2 a 0.

Al 41’ arriva finalmente il goal del Cagliari. Di Gennaro sfiora la rete su punizione, Handanovic ribatte la sfera e, sul prosieguo dell’azione, Barella scodella un bellissimo pallone in area di rigore dove Borriello, di testa, spedisce la sfera dove Handanovic non può arrivare.

Sull’onda dell’entusiasmo, i rossoblù vanno vicini al goal del pareggio ma il colpo di testa di Ionita, su angolo battuto da Di Gennaro, viene agevolmente bloccato dall’estremo difensore dell’Inter.

Dopo un solo minuto di recupero, il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi: il risultato è di 2 a 1 in favore dell’Inter.

 

2° Tempo.

Pronti via e l’Inter trova immediatamente la via della rete.

Bella azione dei neroazzurri sulla fascia sinistra, Perisic riceve il pallone in posizione defilata e insacca il pallone che vale il 3 a 1 con una bella conclusione che termina nell’angolo più lontano.

Inter ancora pericolosa al 15’, stavolta con D’Ambrosio: la sua conclusione viene però respinta in tuffo da Gabriel.

6 minuti più tardi l’Inter trova il goal che chiude definitivamente i conti.

Contropiede perfetto dei neroazzurri, palla a Icardi che, a tu per tu con Gabriel, viene steso fallosamente dall’estremo difensore del Cagliari.

Dal dischetto l’argentino realizza il pesantissimo goal del 4 a 1.

Il Cagliari prova a rendersi pericoloso ma è ancora una volta l’Inter ad andare vicina alla rete con una conclusione dalla distanza di Kondogbia.

I rossoblù riescono ad arrivare più volte nell’area di rigore avversaria ma si perdono incredibilmente nel momento decisivo dell’azione.

Al 35’ Icardi, ben servito da Joao Mario, spedisce incredibilmente il pallone sulla traversa.

Due minuti più tardi il Cagliari va vicinissimo al goal con Ibarbo, non bravo nel finalizzare l’azione dopo un bel contropiede.

Nel finale arriva la cinquina dell’Inter.

Gagliardini lascia partire una conclusione da fuori area: sul tiro Gabriel non è certamente impeccabile e la sfera termina alle sue spalle.

L’arbitro non concede recupero: la sfida termina con un clamoroso 5 a 1 in favore dei neroazzurri.

Il Cagliari ci casca un’altra volta.

Ennesima pioggia di goal in questa stagione e terza partita casalinga nella quale gli uomini di Rastelli subiscono ben 5 reti.

Un peccato dopo le ultime positive prestazioni e dopo l’importantissima vittoria in casa del Crotone.

Un buon primo tempo quello dei rossoblù, puniti dal cinismo e dalla qualità dell’Inter.

Eppure, il dodicesimo goal in campionato del sempre più fondamentale Borriello aveva riacceso la speranza di una clamorosa rimonta.

Il goal all’inizio della seconda frazione ha sicuramente condizionato l’andamento del resto della gara.

Difesa ancora una volta disattenta in tante, troppe occasioni.

Un calo fisico e mentale improvviso che ha consentito all’Inter di imporre il proprio gioco e prendere le redini del match, spazzando via i rossoblù.

E poi c’è il problema di un modulo che, per lunghi tratto, ha generato soltanto molta confusione in campo.

Eppure, anche in una partita come questa, è necessario cogliere qualche aspetto positivo.

E come non citare l’ennesima buona prova di Barella, giocatore giovanissimo e in grandissima crescita: un patrimonio da tutelare in ogni modo.

Un calendario difficile quello che si pone ora dinnanzi al Cagliari.

Nel prossimo turno di campionato i rossoblù andranno a far visita alla Fiorentina di Paulo Sousa, capace all’andata di infliggere ben 5 reti ai sardi.

La sfida non è certamente delle più agevoli ma bisogna continuare a lottare per cercare di togliersi ancora qualche piccola, grande soddisfazione.

comments powered by Disqus
top