log ventennale
log ventennale

CAGLIARI – SASSUOLO 4-3: una folle rimonta tra i tanti problemi rossoblù

sassuolo

 

dal nostro inviato allo stadio S. ELIA, ALESSIO CARIA

 

CAGLIARI: (4-3-1-2) Rafael, Pisacane (66’ Joao Pedro), Salamon, Bruno Alves, Capuano, Dessena (40’ Borriello), Di Gennaro, Padoin, Barella, Farias, Sau (74’ Giannetti).

 

SASSUOLO: (4-3-3) Consigli, Lirola (81’ Matri), Antei, Acerbi, Peluso, Pellegrini, Sensi, Mazzitelli (81’ Ricci), Adjapong (65’ Terranova), Defrel, Ragusa.

 

Arbitro: Celi di Bari.

Reti: 14’ Sau, 30’ Adjapong, 33’ Pellegrini, 58’ Acerbi, 62’ Borriello, 73’ Farias, 76’ Farias.

Ammoniti: 3’ Ragusa, 18’ Adjapong, 45’ Farias, 49’ Di Gennaro, 67’ Padoin, 77’ Mazzitelli. Espulsi: 34’ Pellegrini.

Spettatori: 11470 (7408 abbonati).

Il Cagliari deve assolutamente cercare di riscattare le due ultime sconfitte contro Napoli ed Empoli per ridare tranquillità ad un ambiente incandescente.

Massimo Rastelli, molto discusso e criticato in questi giorni, cerca 3 punti fondamentali affidandosi a molti degli uomini capaci di ottenere la promozione nella scorsa stagione. Storari e Borriello partono dalla panchina.

Il Sassuolo, reduce anch’esso da due sconfitte nelle ultime due giornate di campionato, necessita dei 3 punti per allontanarsi dalla zona calda della graduatoria e per agganciare lo stesso Cagliari, lontano solo 3 lunghezze.

Tantissimi gli infortunati tra le file dei neroverdi che costringono il mister Di Francesco a schierare numerosi giovani dal primo minuto.

 

1° Tempo:

Buona la partenza di entrambe le squadre. Al 4° minuto il Cagliari non sfrutta l’uscita maldestra di Consigli che si lascia clamorosamente sfuggire il pallone.

Sassuolo pericoloso all’11’ con Defrel ma l’estremo difensore rossoblù è attento e sventa la minaccia.

Al 14’ ecco finalmente il goal del Cagliari. Sul calcio d’angolo di Di Gennaro Salamon tocca di testa il pallone che giunge fra i piedi di Sau, bravo nel mettere a segno, dopo la ribattuta di Consigli, il goal dell’1-0.

Bellissima l’esultanza dell’attaccante sardo che mostra ai tifosi la maglia del compagno Melchiorri, infortunatosi ancora una volta al ginocchio.

Il vantaggio dei rossoblù è però solo un’illusione: al 29’ sale in cattedra il Sassuolo.

Il classe 98 Adjapong, perfettamente imbeccato da un filtrante di Mazzitelli, insacca il goal dell’1-1, anticipando la non perfetta uscita di Rafael.

3 minuti dopo è ancora il Sassuolo a trovare la via della rete, stavolta con Pellegrini, bravo nel trafiggere Rafael con una conclusione dalla lunga distanza.

Difesa del Cagliari immobile.

La gioia del centrocampista neroverde dura però solo un minuto: il direttore di gara punisce il suo intervento su Di Gennaro col cartellino rosso.

Il Cagliari, galvanizzato dall’espulsione, tenta la reazione ma la conclusione di Sau al 37’ viene facilmente controllata da Consigli.

Il Sassuolo sfiora a più riprese il goal del 3-1 ma dopo due minuti di recupero l’arbitro fischia la fine della prima frazione, tra i fischi di un deluso Sant’Elia.

 

2° Tempo:

Il Cagliari prova subito a gettarsi in avanti, in cerca del goal del pareggio, rendendosi pericoloso con un colpo di testa di Bruno Alves e con Borriello, subentrato a Dessena nel primo tempo.

È però ancora una volta il Sassuolo a trovare la via della rete al 13’, stavolta su rigore.

Ottimo contropiede dei neroverdi, Ragusa entra in area di rigore dove viene fallosamente contrastato da Pisacane.

Dal dischetto Acerbi non sbaglia, regalando ai suoi un meritato 3 a 1.

Al 17' il Cagliari accorcia le distanze con Borriello, bravo ad insaccare la sfera con un diagonale dalla destra. Rastelli prova il tutto per tutto, giocando anche la carta Joao Pedro.

Al 25’ Borriello sfiora la doppietta ed il goal che sarebbe valso il pareggio al Cagliari con un colpo di testa terminato di poco fuori.

Un pareggio che arriva però al 28’ con Farias, complice una deviazione di un difensore del Sassuolo.

Il Cagliari, sulle ali dell’entusiasmo, non si ferma e 3 minuti più tardi completa la tanto sperata rimonta ancora con Farias, vero e proprio mattatore della serata, bravo nel trovare lo spazio per la conclusione dalla distanza e nell’indirizzare la sfera nell’angolo alla sinistra di Consigli.

Il Sassuolo prova a rimettere in equilibrio la partita ma gli attacchi dell’ex Matri e dei suoi compagni sono vani.

Il Cagliari amministra il vantaggio e nei minuti di recupero sfiora il goal con Giannetti (subentrato a Sau al 74’), fermato da un prodigioso intervento dell’estremo difensore neroverde.

Dopo 5 minuti di recupero, il triplice fischio dell’arbitro sancisce la fine di questa incredibile partita.

È un Cagliari a due volti quello visto ieri al Sant’Elia.

Da un lato i tanti, troppi problemi, soprattutto difensivi, testimoniati da ben 42 reti subite in 18 partite.

Dall’altro una rimonta insperata, valsa 3 punti fondamentali contro una diretta concorrente alla salvezza.

Una pazza vittoria capace di riscattare le terribili sconfitte patite contro Napoli ed Empoli.

I 23 punti in classifica tengono il Cagliari lontano di ben 13 lunghezze dal terzultimo posto eppure, i rossoblù ancora non convincono pienamente.

Il bel gioco e la compattezza difensiva sono ancora lontani, numerose critiche continuano a piovere sulla squadra e sull’allenatore e il nervosismo è ancora elevato.

C’è sicuramente ancora tanto da lavorare ma ora, dopo questa incredibile e sofferta rimonta, si può cercare di migliorare con maggior tranquillità.

comments powered by Disqus
top