log ventennale
log ventennale

CAGLIARI-UDINESE 2-1 - Punti d'oro per ripartire

2. un momento di gioco
Il Cagliari batte l'Udinese grazie ad un rigore di Farias e ad una magia di Marco Sau, al 100° gol in carriera

 

dal nostro inviato allo stadio Sant'Elia, LUCA PES

 

CAGLIARI (4-3-1-2):

Storari; Isla, Bruno Alves, Ceppitelli, Pisacane; Barella, Di Gennaro (62° Bittante), Padoin; Farias (87° Giannetti); Borriello, Sau © (83° Salamon). In panchina: Colombo, Rafael, Briukhov, Oliveira, Antonini Lui, Biancu, Pennington, Arras. Allenatore: Rastelli

 

 

UDINESE (4-3-3):

Karnezis; Widmer (61° Faraoni), Wague, Danilo ©, Adnan; Fofana, Kums, Jankto; Matos (61° Perica), Zapata (68° Penaranda), Thereau. In panchina: Scuffet, Perisan, Angella, Heurtaux, Samir, Badu, Halfredsson, Evangelista, De Paul. Allenatore: Delneri

 

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

Assistenti: Vivenzi - Gava Quarto uomo: Schenone Addizionali: Giacomelli - Ghersini

RETI: 35° Farias (rig.), 51° Fofana, 58° Sau

Ammoniti: Di Gennaro, Karnezis, Bittante, Faraoni, Isla, Sau, Wague

Corner: 3 - 4

Recupero: 0' - 5'

Note: cielo poco nuvoloso, temperatura autunnale, terreno in buone condizioni.

Spettatori: 11648 (7408 abbonati)

 

IMPORTANTE POSTA IN PALIO

– Entrambe le squadre, reduci da alcune brutte prestazioni, hanno il dovere di conquistare punti.

Il Cagliari, decimato da infortuni e squalifiche (8 assenti in totale), si affida al 4-3-1-2; Isla sulla linea dei difensori, Barella interno di centrocampo, Di Gennaro in cabina di regia e Farias a supporto di Borriello e Sau.

In panchina, ben sei calciatori della Primavera. Il tecnico dei friulani risponde con un 4-3-3; Adnan schierato al posto dello squalificato Felipe, Jankto preferito a Badu e Matos che viene schierato sulla linea d'attacco con Zapata e Thereau.

POCO PUNGENTI

– Durante la prima frazione di gioco le due squadre appaiono entrambe poco brillanti, specialmente nella manovra d'attacco.

L'Udinese tiene in mano per lunghi tratti il possesso palla, ma spreca alcune occasioni, peraltro non pericolosissime, con Fofana e Zapata.

Al 34°, un fulmine a ciel sereno.

Farias, abbastanza in ombra fino a quel momento, esegue un bel triangolo con Borriello e dopo essere entrato in area viene steso da Karnezis; ammonizione per il portiere friulano e rigore per il Cagliari.

Lo stesso brasiliano, numero 17, si prende la responsabilità del tiro dal dischetto e non fallisce la ghiotta occasione.

L'Udinese reagisce al 39° con Widmer, sulla cui conclusione risponde di piede l'estremo difensore rossoblu.

Al 40° è ancora Farias, innescato da Barella, ad involarsi verso la porta ma la sua conclusione finisce sull'esterno della rete.

PAREGGIO E RISPOSTA

– Il secondo tempo inizia col Cagliari che tenta di chiudere il match ma Farias, tutto solo davanti al portiere, fallisce un'incredibile occasione da rete sfiorando il palo con un tiro rasoterra.

La dura legge del “gol fallito – gol subito” si manifesta quattro minuti più tardi quando una conclusione di Thereau, inizialmente respinta da Bruno Alves, viene raccolta fuori area da Fofana che con un tiro non irresistibile riesce a trafiggere Storari, non esente da colpe essendosi tuffato in ritardo ed avendo toccato il pallone.

Le due squadre giocano a viso aperto e con più vivacità, alla ricerca del vantaggio.

Il minuto 58 è tutto di marca rossoblu: Barella serve splendidamente Isla che, dalla corsia di destra, serve una palla d'oro a Sau il quale, con un magistrale colpo di tacco, segna il 2-1 per il Cagliari.

E' il 100° gol in carriera per il bomber di Tonara.

Delneri decide di modificare l'assetto offensivo inserendo Perica e Penaranda al posto di Matos e Zapata, Rastelli inserisce Bittante spostando Isla sulla linea mediana.

Al 66° l'Udinese si rende pericolosa con Thereau che colpisce il palo da fuori area.

Lo spettacolo continua a non essere esaltante ma Borriello riesce ad avere la palla del terzo gol al minuto 81; Karnezis riesce a respingere la conclusione di sinistro molto ravvicinata.

All'88° l'ultimo brivido per il Cagliari, quando Penaranda, con una conclusione da 30 metri, va vicino al pareggio; ottimo Storari nel deviare quel tanto che basta affinché la palla vada a stamparsi sul palo.

A META' DELL'OPERA

– Il Cagliari, orfano di parecchi titolari, riesce ad ottenere tre punti d'oro dopo le quattro sconfitte, alcune pesantissime, ottenute nelle precedenti cinque giornate.

Il gioco degli uomini di Rastelli continua a non essere brillante, ma il rendimento casalingo fa ben sperare i sostenitori rossoblu per una salvezza serena.

Sarebbe importante cercare di ottenere risultati lontano dalle mura amiche.

L'Udinese, poco concreta sottoporta, rimane al palo, ma ha ancora un rassicurante margine di 8 punti sulla terzultima in classifica.

comments powered by Disqus
top