log ventennale
log ventennale

Caso Regeni Dal Senato lo stop alla fornitura di F-16 all’Egitto

giulio-regeni
images

 

di CARMEN CORDA

 

29 giugno 2016 – Palazzo Madama approva il cosiddetto “Emendamento Regeni”, norma con la quale si interrompe la fornitura di materiali di ricambio per velivoli F-16 all’Egitto.

La decisione, che modifica il comma 6 dell’art. 4 del decreto sulle missioni internazionali, giunge alla fine di una accesissima discussione in aula (159 voti favorevoli e 55 contrari e 17 astenuti) e rischia di essere letta come atto ostile e come ritorsione per la mancata collaborazione del governo egiziano alle indagini per accertare le responsabilità della morte del ricercatore italiano Giulio Regeni.

Fortissime le proteste del centrodestra, in particolare del capogruppo di Forza Italia – Paolo Romani – che ha definito la decisione “indecente” e ha dichiarato che «non si fa così la politica estera».

Di tutt’altro segno le parole del Presidente della Commissione Difesa – Nicola Latorre – che sostiene: «è la prima volta, come Parlamento, che abbiamo la possibilità con un’iniziativa, di manifestare il bisogno di accelerare i tempi della verità sul caso Regeni».

E aggiunge: «ciò che facciamo è un atto che vuole sollecitare questo obiettivo senza compromettere alcun tipo di relazione» dichiarazione, quest’ultima particolarmente ottimistica e forse poco lungimirante.

Il passo compiuto dal Senato, che cede ora il testimone alla Camera, sembra essere un primo forte segnale da parte del Governo Italiano circa la sua fermezza nel cercare e ottenere la verità sulla morte del giovane ricercatore.

Sembra inoltre rispondere alle insistenti richieste della famiglia Regeni che, fin dal primo giorno chiede, e si aspetta, polso

comments powered by Disqus
top