log ventennale
log ventennale

Damiano Bartoli: “Sarà un anno di transizione dove punteremo a una salvezza tranquilla e alla valorizzazione dei ragazzi locali”

38 lallenatore damiano bartoli

RIPESCATA NEL CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA

di Sandro Bandu

 

Nuovi scenari e novità nei nuovi campionati di calcio della FIGC. Sparisce la Terza Categoria e i gironi della Prima e Seconda Categoria subiscono sostanziali variazioni.

La prima novità riguarda proprio la squadra della Decimo '07 che viene promossa in Prima Categoria e inserita in un girone che comprende squadre dell'Interland cagliaritano, del Sulcis e del Sarrabus.

Anche la società decimese subisce forti cambiamenti sia a livello societario che alla guida tecnica.

Il direttivo vede un ritorno di ex dirigenti che hanno portato in alto i colori della società e proprio la carica più importante sarà ricoperta dall'ex presidente Gianni Serreli, che già assolse questo compito nei fastosi anni della Decimese, che militava in Eccellenza e che aveva tra i suoi dirigenti i famosi fratelli Orrù, ex Cagliari calcio anni '90, dei Francescoli, Fonseca e Matteoli e dell'allenatore Ranieri.

Alla guida tecnica torna il decimese Damiano Bartoli, che allenò la squadra dal 2010 al 2013. Rientra a Decimo dopo un'esaltante esperienza a Narcao, nel campionato di Promozione dello scorso anno, che ha visto la squadra sulcitana protagonista di una miracolosa salvezza nello spareggio contro il Serramanna.

Mister Bartoli ci parli della sua esperienza a Narcao.

“È stata un'esperienza più che positiva, con un bellissimo epilogo che ha del miracoloso. La mia squadra, per una chiara scelta societaria, era infarcita di molti giovani e giocatori alla loro prima esperienza in Promozione. Dopo un girone di andata a dir poco disastroso, soprattutto nei risultati, dove avevamo raccolto la miseria di otto punti, la squadra ha cambiato marcia e ha conquistato nel girone di ritorno ben 25 punti che ci hanno regalato lo spareggio, vinto contro il Serramanna, e che ci hanno consentito di salvarci”.

Perché ha lasciato Narcao?

“Le motivazioni sono varie. Un po' perché viaggiare almeno tre volte la settimana a Narcao, stava diventando pesante e stressante. Anche se quella società, ambiente eccezionale costituita da gente per bene, rimarrà per me sempre un bel ricordo: ci siamo lasciati comunque con un arrivederci. In secondo luogo la proposta della Decimo '07, da un punto di vista sentimentale e sportivo, è stata fondamentale. Anche qui ho disputato in passato dei campionati bellissimi che mi hanno forgiato sia come tecnico che come uomo”.

Anche il presidente della società è cambiato?

“Sì, è stato nominato Gianni Serreli, un presidente competente ed esperto, con il quale abbiamo da subito condiviso il progetto”.

La squadra?

“Anche la squadra è stata rinnovata. In accordo con la società abbiamo puntato sui nostri ragazzi del nostro settore giovanile. Infatti in organico, oltre alla conferma di alcuni giocatori del gruppo storico, avremo ragazzi della classe che va dal '95 al '99”.

Obiettivi?

“Non ce ne poniamo. Vogliamo fare un campionato di transizione; vorremo raggiungere una salvezza tranquilla e gettare le basi per i prossimi anni valorizzando, appunto, i ragazzi locali; siamo convinti comunque di poterci togliere qualche soddisfazione”.

Chi sono i più promettenti?

“Ne abbiamo diversi, tutti validi: il nostro obbiettivo e creare attorno a questi ragazzi l'ambiente ideale perché possano crescere e migliorare”.

Le strutture sportive le sembrano all'altezza della situazione?

“Lo stadio e il campo di Decimomannu lo conoscete: è uno dei più belli del circondario. Questo grazie soprattutto alle cure e attenzioni dei nostri dirigenti che garantiscono un'ottima manutenzione, anche se la gestione è di competenza dell'amministrazione comunale”.

comments powered by Disqus
top