22

Villaspeciosa. Fausto Vincis, giovane promessa della pesistica

20.12 - primo piano . trofei conquistati da fausto vincis
36 fausto vincis sul gradino più alto del podio
Incontro con Fausto Vincis, di Villaspeciosa, campione italiano di Sollevamento Pesi • di GIULIANA MALLEI

 

Il mondo dello Sport è ricco di fascino, soprattutto per i più giovani. Spesso però si riduce al solo Calcio, invece la varietà di discipline sportive è immensa e poco conosciuta. Con grande orgoglio raccontiamo ai lettori di Vulcano la storia del giovanissimo Fausto Vincis, campione italiano di Sollevamento Pesi, categoria Esordienti.

La pesistica, o Sollevamento Pesi, è uno sport che rientra nell'atletica nel quale i concorrenti sollevano pesi montati su un bilanciere d'acciaio. Questo genere sportivo era conosciuto e praticato anche nell'antica Grecia, tanto che era previsto nelle gare delle Olimpiadi antiche. La disciplina è entrata a far parte del programma dei primi Giochi olimpici moderni nel 1896.

Incontriamo Fausto a casa sua, alla presenza dei genitori.

Quando hai iniziato a praticare Sollevamento Pesi?
Avevo 11 anni, ora ne ho 14. Prima facevo Calcio, ma sarei rimasto ad un livello basso, difficilmente si riesce a farsi notare nel Calcio.

Come sei venuto a conoscenza dell'esistenza di questo sport?
A Villaspeciosa esiste un'associazione di Sollevamento Pesi, la Universit Sport, che si è presentata a scuola. Mi ha incuriosito e ho deciso di provare. La Presidentessa è Sonia Curreli e suo marito, Gonario Corbu, è Tecnico della Nazionale Italiana di Sollevamento Pesi.

E' uno sport solo maschile?
No, è uno sport anche femminile. Infatti ci sono alcune ragazze che praticano questa attività a buon livello. Diciamo che è diventato uno sport di interesse femminile negli anni Ottanta e, dal 2000, anche le donne possono partecipare con questo sport alle Olimpiadi.

Che tipo di allenamento devi seguire per prepararti alle gare?
E' un allenamento completo che interessa tutto il corpo. Io mi alleno cinque volte alla settimana, spesso anche sei volte per due ore ogni volta; eseguo esercizi di riscaldamento, ginnastica col bastone, con i bilancieri ecc. In estate, avendo più tempo a disposizione, mi alleno anche mattina e sera.

Dove ti alleni?
Da qualche mese mi alleno in una palestra di Uta, poiché la palestra Comunale di Villaspeciosa è in restauro.

Tante ore dedicate all'allenamento non ti distraggono dallo studio scolastico?
Frequento il Primo anno all'Istituto Tecnico “E. Mattei” di Decimomannu e il mio profitto è buono. L'allenamento intenso mi ha insegnato ad avere una buona capacità attentiva e di concentrazione, sfrutto il tempo a disposizione per lo studio in modo sistematico e senza distrazioni.

Torniamo al Sollevamento Pesi, ora stai gareggiando a livello agonistico?
Si da circa due anni, dopo un periodo di preagonismo, sono passato al livello agonistico e ho partecipato a diverse gare in territorio Nazionale.

Raccontaci qualcosa di queste gare.
La prima gara l'ho svolta a Lignano Sabbiadoro per la categoria Giovanissimi e ho eseguito solo lo slancio; la seconda gara l'ho fatta a Quartu e ho eseguito lo strappo; la terza competizione l'ho portata a termine a Ostia, con strappo e slancio; infine l'ultimissima gara a cui ho partecipato si è svolta a Sassari il 22 novembre con strappo e slancio.

In quale posizione ti sei attestato nella classifica finale?
Ho vinto tutte le gare, anche l'ultima a Sassari. In particolare in quest'ultima gara sono risultato Campione Regionale della mia categoria, ma in contemporanea si sono giocate le medesime gare in tutte le regioni italiane e ora siamo in attesa della classifica Nazionale per vedere in quale posizione mi trovo ora a livello Italiano.

Cosa intendi con “strappo” e “slancio”?
Si tratta dei movimenti che si devono compiere per sollevare i pesi. Lo strappo avviene in un tempo solo e consiste nel sollevare il bilanciere da terra in alto, con le braccia tese al di sopra della testa, in un unico movimento; lo slancio invece avviene in due tempi: prima si solleva il bilanciere e lo si porta all'altezza delle spalle poi da qui lo si solleva in alto a braccia tese al di sopra della testa. Lo strappo si esegue con una quantità di peso inferiore rispetto allo slancio.

In quest'ultima gara di Sassari quanto sei riuscito a sollevare?
Si eseguono tre prove per ogni esercizio, nello strappo ho sollevato 71 kg poi 75 kg, il sollevamento dei 78 kg non mi è riuscito. Per lo slancio ho sollevato 91 kg e ho sbagliato il sollevamento dei 95 kg. Ovviamente vengono conteggiati i chili sollevati in modo corretto.

Come viene quantificato il punteggio finale?
Il punteggio è dato dalla somma dei pesi sollevati correttamente.

Sicuramente i lettori di Vulcano vorranno sapere cosa rispondi a coloro che affermano che fare Sollevamento Pesi impedisce la crescita in statura?
Dico che è una falsità. Non è vero che sollevare pesi impedisce di diventare alti, anzi è esattamente il contrario. Infatti l'allenamento richiede una preparazione che interessa tutti i muscoli del corpo e il sistema scheletrico non è oppresso da nulla.

Probabilmente le affermazioni di Fausto rispondono a verità, dato che lui, a soli 14 anni, ha già raggiunto 1 metro e 70 cm di altezza e un peso di 68 kg. Una conformazione armonica che promette di diventare, tra qualche tempo, un fisico scultoreo degno degli atleti di questa disciplina.

 

(Vulcano n° 82)

comments powered by Disqus
top