log ventennale
log ventennale

Impresa cooperativa “Brebey Scarl”, è premio nazionale

il premio impresa ambiente
pierluigi damiani riceve lattesto di merito dal sindaco marongiu in consiglio comunale
damiani con lattestato di merito donato dal comune di decimo
la consegna del premio della camera di commercio di roma a biancarosa damiani
rotoli in lana naturale isolante utilizzati dallimpresa decimese
Prestigioso premio nazionale, al pari di altri tre noti marchi mondiali, per l’impresa cooperativa start-up “Brebey Scarl” di Decimomannu. Un riconoscimento il ‘VII Premio Impresa Ambiente’ frutto della appassionata ricerca dei Damiani nel campo delle applicazioni tecnologiche sostenibili. • di TONINO USCIDDA


Imprenditori validi e tenaci Pierluigi e Biancarosa Damiani (padre e figlia) non potevano non imporsi anche a Roma nell’aprile scorso in occasione del VII Premio Impresa per la categoria “Miglior Innovazione di processo / tecnologia sostenibile”. La soddisfazione è veramente grande per i “piccoli” imprenditori isolani che si ritrovano sul gradino più alto del podio insieme - niente poco di meno – a tre grandi marchi dell’industria mondiale che rispondono al nome di ENI Spa, Carlsberg Italia Spa e Ikea Italia Retail Srl. Società che si aggiudicano, rispettivamente, i premi “Miglior prodotto”, “Miglior gestione sostenibile” e “Miglior Cooperazione Internazionale”. Parlare di sorpresa è riduttivo visto che i responsabili della perspicace piccola, giovane, impresa sarda e da decenni che operano con successo nel campo tessile industriale. Ora è la volta dei composti di lana innovativi ed ecologici quali: “Tecnolana”per la realizzazione di pannelli isolanti per la bioedilizia e “Lanotto”, un imbottitura per l’abbigliamento. Già negli anni 90’ Pierluigi Damiani – oggi socio e responsabile operativo – aveva presentato prodotti in lana per l’edilizia; ma a quel tempo il mercato non era ricettivo. La giuria della Camera di Commercio di Roma ha invece compreso perfettamente i benefici della tecnologia Brebey Scarl motivando il premio così: «L’azienda ha sviluppato un pannello di lana di pecora, impiegando una tecnologia innovativa che ha portato alla realizzazione di un prodotto con ottime proprietà termoisolanti e fonoassorbenti. I benefici della tecnologia Brebey per la produzione di pannelli in lana – precisa la giuria -  consistono nella migliore consistenza, nella struttura elastica e nella stabilità di forma del prodotto - rispetto ad altri isolanti in lana - che si presentano con feltri molli e incoerenti». E inoltre: «La disponibilità di un pannello compatto, strutturato ed elastico, oltre che la modulabilità delle densità e degli spessori, favorisce lo sviluppo di applicazioni anche nei settori tessile, abbigliamento, geotecnica e disinquinamento industriale». Va detto anche che Brebey Scarl si è imposta fra 228 candidature della stessa categoria; proprio uno straordinario risultato. L’amministratrice Biancarosa Damiani guida la Cooperativa fondata nel 2012 a Decimomannu. «Le applicazioni del nostro prodotto sono molto interessanti anche per il settore tessile perché permettono di creare capi d’abbigliamento molto caldi, con una imbottitura in lana che sostituisce le piume d’oca e l’ovatta in poliestere (prodotto di sintesi con un processo produttivo fortemente inquinante), con un netto miglioramento della qualità ambientale. Senza la tecnologia sviluppata da Brebey – tiene a precisare l’amministratrice dell’impresa – questa modalità di utilizzo non sarebbe possibile perché le attuali tecniche per la creazione di feltri e pannelli in lana non consentono di ottenere un materiale sufficientemente resistente e di densità adeguata a questo utlizzo». Sulla stessa lunghezza d’onda il commento del padre Pierluigi: «La nostra idea è nata come risposta alle nuove esigenze del risparmio energetico in  Europa; purtroppo sinora – lamenta Damiani- il mercato degli isolanti per l’edilizia, soprattutto in Italia, è stato monopolizzato quasi esclusivamente da prodotti di derivazione petrolchimica, inquinanti e con un ciclo di vita che produce un fortissimo impatto sull’ambiente».

Per contatti e informazioni:
Brebey Scarl, via Oristano 2 info@brebey.it
Pierluigi Damiani, responsabile operativo Brebey    tel. 340 2702374
Ufficio comunicazione Brebey tel. 347 3408469


(Vulcano n° 80)

comments powered by Disqus
top