log ventennale
log ventennale

Sanremo 2015. I tre tenorini spiccano IL VOLO!

14.02 - primo piano . il volo vince a sanremo
14.02 - festival di sanremo
• di MARIA ANGELA CASULA

 

Dopo cinque serate di gara canora e di ospiti italiani ed internazionali, cantanti, comici ed intrattenitori, siamo arrivati alla conclusione della 65° edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, trasmessa sulla rete ammiraglia della Rai. 

Dopo la vittoria di Giovanni Caccamo nella categoria "nuove proposte", avvenuta nella serata di venerdì, tra i campioni si sono aggiudicati il primo posto i tre tenorini "Il Volo", seguiti sul podio da Nek e da Malika Ayane. A Nek vanno anche il premio per il miglior testo e quello per il miglior arrangiamento, mentre Malika Ayane si aggiudica il premio della critica dedicato a Mia Martini.
Insomma, per non scontentare nessuno, premi, riconoscimenti e targhe a go go.
Che un premio, non si nega a nessuno.

Rai 1 si è aggiudicata in queste cinque serate il record stellare di ascolti di tutti i palinsesti televisivi e ha visto una partecipazione di telespettatori da casa con una media ponderale di oltre dieci milioni di utenti a serata. La serata finale ha ottenuto 11,8 milioni di spettatori, pari al 54% di share. Rai 1, Rai HD, Eurovisione e Radio due le emittenti che hanno trasmesso integralmente l'evento.

Un Festival tranquillo, quello di quest'anno, che ha rispettato i canoni del bel programma di intrattenimento, senza scossoni e ha dato del paese, un immagine rasserenata del “volemose bene”, che problemi, crisi e disoccupazione, sono tutta una favola.

Apprezzata la conduzione assolutamente professionale di Carlo Conti e voti alti anche per le tre madrine che lo hanno accompagnato lungo queste cinque serate: Emma Marrone, Arisa e Rocio Muñoz Morales. Tra i cantanti superospiti, ha fatto storcere a molti il naso la reunion (potere del denaro?) di Al Bano e Romina, mentre Tiziano Ferro è stato di gran lunga il più apprezzato tra i non in gara.

Tra i comici, gli interventi meglio riusciti quelli di Panariello e di Luca e Paolo, Siani e Cirilli così così, mentre la performance di Pintus è stata decisamente deludente. 

Infine, una riflessione: le canzoni presentate a Sanremo, devono avere una facilità di melodia e di testo da ricordare e canticchiare subito. Altrimenti non si possono definire "canzoni di Sanremo".
Riusciranno, i vincitori, a conquistare il pubblico delle radio e il mercato discografico?

In ogni caso, appuntamento per un nuovo, brillante Festival nel 2016.

Perché? Come perché!
Perché "Sanremo è Sanremo!"

 

15\02\2015

comments powered by Disqus
top