log ventennale
log ventennale

Mister Grudina alla guida della ASD 07

38 mister grudina alla guida della 07
Gianpaolo Grudina sposa la causa calcistica della retrocessa ASD 07. Proverà (prima volta in assoluto sulla panca rossoblù) a riportare la compagine del neo presidente Claudio Salis nel campionato di Prima categoria. Tre vittorie e un pareggio nelle prime quattro gare di campionato fanno ben sperare. «Ho accettato di allenare a Decimo specie per via di un interessante programma di rilancio nell’arco di un paio di stagioni». • di TONINO USCIDDA

 

...“Chi ben comincia è a metà dell’opera”, recita un altro noto proverbio. Lo conferma il fatto che il campionato della 07 (l’ottavo) ha avuto in questa stagione un avvio alquanto promettente. Forse grazie anche all’arrivo di un bravo allenatore vincente quale è il decimese Gianpaolo Grudina. Si spera che l’avvento del trainer possa (pur nell’imponderabilità che il gioco del calcio sa dare) produrre un certo cambiamento di rotta in seno alla compagine rossoblù; e in effetti i primi risultati sono più che confortanti: seconda posizione in classifica con 10 punti dopo la quinta di andata ma con una partita in meno di Domusnovas e Villamassargia, capoliste con 11.  Ora tra gli sportivi incomincia a serpeggiare un certo ottimismo. Tifosi, per la verità, abituati sinora a vedere i propri beniamini ben figurare nei campionati dilettanti. E’ vero che l’ultima disgraziata stagione ha visto precipitare mestamente il bomber Federico Perra e compagni nel purgatorio del girone B della Seconda categoria ma è altrettanto indubbio che tenacia e autostima – anche nei momenti di sconforto - non sono mai venute meno (…) ad atleti e dirigenti. Ora che anche Grudina (ex portiere di Cagliari e Pisa negli anni 70’ e 80’) ha inteso sposare la causa della 07 le probabilità di un ritorno in Prima categoria non sono poi così azzardate. Dopo tutto come dimenticare quella fantastica cavalcata – sempre a guida del profeta in patria Grudina - che portò (prima volta nella storia calcistica del paese) l’Us Decimese-Auroranell’’olimpo” del calcio dilettantistico che conta: l’Eccellenza regionale. Correva la stagione agonistica 2006-2007. Oggigiorno è differente per svariati motivi, (…) ma state certi che “mister-promozioni” non lascerà nulla di intentato per rinverdire quella tradizione che lo ha visto più volte trionfare da allenatore anche in alcune tra le più prestigiose piazze calcistiche isolane.

Mister, da quanti anni allena nei campionati dilettantistici? «Non vorrei sbagliare, ma oramai credo siano trascorsi non meno di vent’anni. Tutto ebbe inizio dopo l’ultima esperienza della mia carriera tra le fila della Villacidrese. Allenavo i portieri, ma giocai anche una decina di partite sul finire del campionato».

E poi via alla lunga esperienza da allenatore, dalle categorie più basse sino all’Eccellenza: «Si, i primi anni ho operato nel mio paese per poi andare ad Iglesias, Dolianova, Sarroch, Ghilarza, Villacidro e, nelle ultimi tre campionati, ad Orroli».  

Ora e la volta del ritorno a Decimo con la speranza di fare altrettanto bene. «Già qualche anno fa – riferisce -  avevo avuto degli contatti con i vecchi dirigenti ma non si era arrivati ad un accordo per via di alcune discordanze programmatiche. Questa volta è stato diverso tanto che ho firmato il contratto, specie per via di un interessante programma di rilancio della squadra nell’arco di un paio stagioni. Per quanto mi riguarda – è l’auspicio -  farò il possibile (anche se Grudina, a suo dire,è ben conscio che senza certi equilibri è arduo vincere un campionato) per riportare la 07 in una categoria un po’ più consona a quella del valore sportivo del paese».

Ritiene di poter contare, fin da ora, su una rosa competitiva, oppure, questo non può che essere un campionato di transizione? «Sono tornato a Decimo per formare, perlomeno al meglio, un gruppo di ragazzi locali più o meno giovani ed esperti. Non mi sono mai lamentato – tiene a precisare - del parco giocatori che mi è stato messo a disposizione. Ripongo invece su questi ragazzi la massima fiducia».

Da allenatore navigato avverte che: «Talvolta pur allestendo una squadra altamente competitiva puoi anche non vincere il campionato. Al contrario, seppur con una rosa più debole, potrebbero emergere talune componenti che alla lunga si rivelano vincenti…» Grudina, stuzzicato, prova a “sbottonarsi”: «A me piace vincere, questo lo dico onestamente e senza falsa modestia anche se, lo ripeto, a Decimo non mi è stato chiesto di vincere il campionato. Comunque sia, penso che con questi giocatori si possa lavorare molto bene; chiaramente stiamo provando, pur consapevoli di non poter contare su una certa disponibilità economica associativa, a fare le cose in una certa maniera». Un girone, il vostro, alquanto impegnativo. «Diciamo che vi sono perlomeno quattro o cinque squadre, tra cui Domusnovas, Decimoputzu e lo stesso Villasor (ma ‘sorresi’ e ‘putzesi’ sono stati sconfitti dai decimesi nelle prime giornate di campionato) tra le favorite alla vittoria finale. E poi non bisogna dimenticare le compagini, sempre molto battagliere specie in casa propria, del Sulcis-Iglesiente. Si, in effetti – havoluto rimarcare -  il nostro è un girone difficile...».

A guardia della porta dell’Asd 07 troviamo niente poco di meno che Roberto Mennella: un bravissimo numero uno da sempre esempio di grande professionalità dentro e fuori dal campo: «Roberto è un atleta di spessore che conosco da diversi anni. Fu tra i protagonisti qualche anno addietro di quel Villacidro da me condotto nel campionato di Eccellenza. Non è stato facile portarlo a Decimo perché comunque sia è un giocatore, seppur non più giovanissimo, che ha il suo “mercato”. E’ uomo – assicura il trainer - che fa spogliatoio e la sua presenza garantisce un vantaggio enorme sia per il sodalizio rossoblù che per i propri compagni».

Così ha parlato “mister promozioni” Gianpaolo Grudina. Ora non resta che continuare a seguire i ragazzi della 07: atleti sicuramente consci di non dover mai venir meno all’impegno in campo e fuori. Il pronto riscatto sportivo dell’Associazione dilettantistica 07 (anche in funzione, perché no, di una eventuale promozione) può avvenire solo se tutti – dirigenti compresi - faranno il proprio dovere fino in fondo. I tifosi invece proveranno da par loro ad accorrere (si spera) un poco più numerosi sulle gradinate del Comunale.  Come dire: “Tutti per uno, uno per tutti”.


(Vulcano n° 81)

comments powered by Disqus
top