log ventennale
log ventennale

Decimo 07, incognita playout

36 il mister davide murgia
36 una azione dattacco della 07
36 lesultanza dei giocatori dopo una vittoria
Salvezza tutta da conquistare, mentre scriviamo, per i decimesi di mister Davide Murgia nella gara playout da disputare sul campo del Triei, quart’ultima classificata del girone A di Prima categoria. L’allenatore: «Quello che più conta è, anche in caso di sconfitta, uscire a testa alta dal campo…». • di TONINO USCIDDA


Potrebbe non finire nei migliore dei modi (prego, incrociare le dita...) lo sconcertante campionato disputato nel girone A di Prima categoria dai decimesi della 07, presieduta quest'anno dal cagliaritano Fabrizio Aramu. Nel numero scorso erano stati ricordati i problemi della squadra e formulata, dall'allenatore Pooli, una strategia per raggiungere una salvezza tranquilla. Purtroppo nulla, o quasi, si è avverato nel proseguo del girone di ritorno. Le sconfitte tra le mura amiche e in trasferta -  spesso immeritate - hanno continuato a fioccare tanto da far saltare, a sei giornate dalla fine, la panchina del giovane mister debuttante: l'argentino Pablo Pooli. L'arrivo di Davide Murgia - trainer temprato negli anni a tutte le turbolenze che il calcio sa dare -  è riuscito a non fare precipitare (magra consolazione) la squadra oltre il terzultimo posto della graduatoria. Una posizione che nonostante tutto garantisce l'accesso ai playout. Partita secca quella da disputare sull'infuocato campo del Triei: compagine quart'ultima del girone. Ma il mister di Dolianova è uomo coriaceo tanto da guardare anche oltre quest'ultimo difficile ostacolo: “Non nego che questa squadra, per via di non pochi problemi, occupi la posizione che merita - Murgia non usa mezzi termini -  però attenzione, noi abbiamo ancora un obbiettivo che è quello di meritare ancora questa categoria. Mi auguro che i miei uomini riescano a gettare il cuore oltre l'ostacolo. Quello che più conta - sottolinea - anche in caso di sconfitta è uscire a testa alta consci di aver fatto sino in fondo il proprio dovere”.



(Vulcano n° 79)

comments powered by Disqus
top