log ventennale
log ventennale

I Missionari Vincenziani a Decimoputzu, una festa lunga due settimane

35 chiesa decimoputzu
• di GIULIANA MALLEI

 

L'annuncio missionario è partito in sordina, per i soli abitanti di Decimoputzu, con l'accoglienza alle quattro missionarie che hanno introdotto l'evento con discrezione: Suor Angela, Suor Vittoria e le due missionarie laiche, Raffaela e M.Pia.
Sabato 29 marzo sono giunti in paese i quattro missionari dell'Ordine di San Vincenzo de' Paoli: padre Bruno, padre Mario, padre Paolo e padre Roberto, i primi tre appartenenti alla Comunità missionaria Vincenziana di Sassari, l'ultimo invece appartenente alla Comunità di Torino.
Dal momento del loro arrivo, nulla è più stato uguale a prima: un vero tornado ha sconvolto la quotidianità putzese.
Salve Padre Bruno, grazie per aver trovato il tempo per questa breve intervista. Cosa ha reso possibile la vostra missione a Decimoputzu?
Abbiamo semplicemente ricevuto un mandato da parte del parroco e siamo stati felici di poter essere nuovamente qui a Decimoputzu, dopo 28 anni dall'ultima missione.
In tanti ricordano ancora la missione di 28 anni fa, non solo a Decimoputzu.
Infatti, in quella occasione si svolse anche la missione nella vicina Villaspeciosa.
Come sta procedendo il vostro lavoro in questi giorni?
In modo molto attivo e positivo, la partecipazione a tutte le iniziative è sempre più numerosa e il paese sta rispondendo con grande entusiasmo e calore. Abbiamo suddiviso il paese in quattro zone e ogni sera, dalle 21,00, ci ritroviamo in una casa diversa in ogni zona per affrontare tematiche riguardanti la conoscenza della vita cristiana e la famiglia. Abbiamo constatato che a questi incontri, che chiamiamo “centri d'ascolto”, la partecipazione degli adulti e dei giovani è molto attiva e talvolta siam andati ben oltre l'ora e mezza prefissata.
Sicuramente i vostri incontri non riguardano esclusivamente gli adulti e i giovani.
Esatto. Infatti iniziamo la giornata con i bambini delle scuole Primarie e i ragazzi delle scuole Secondarie. Per tutti l'appuntamento è alle 8,00 in parrocchia. E' il momento più gioioso della giornata, i bambini danno il massimo e ogni mattina la chiesa è sempre più affollata. Dapprincipio i più riluttanti erano i ragazzi delle Medie, ma anche loro stanno dimostrando un entusiasmo sempre maggiore. Data la notevole distanza della scuola Secondaria rispetto alla parrocchia, questi ultimi vanno via intorno alle 8,15, mentre i bimbi delle Primarie raggiungono la scuola in nostra compagnia tra canti e giochi.
Anche alcune mamme fanno capolino in chiesa e si legge lo stupore nei loro visi per la gioia dirompente dei propri figli.
Quali saranno i momenti salienti della Missione?
L'ultimo venerdì della missione (l'11 aprile) faremo una messa appositamente per tutti gli ammalati e cercheremo di portarli in Chiesa. Il sabato successivo (il 12 aprile) si svolgerà una grande fiaccolata per le vie del paese in onore della Madonna. La conclusione solenne della Missione avverrà la domenica delle Palme quando tutte le coppie di sposati rinnoveranno le promesse matrimoniali.
Ringraziamo padre Bruno per la disponibilità. Auspichiamo che il vento positivo che soffia impetuoso a Decimoputzu in questi giorni possa raggiungere presto anche i paesi limitrofi.


(Vulcano n° 79)

comments powered by Disqus
top