log ventennale
log ventennale

Mesi di fuoco per l’atletica Sarda: Atletica Valeria sugli scudi

80 - 37 atletica valeria 1
80 - 37 atletica valeria 2
• di DANIELE DESOGUS


Giugno e Luglio, mesi caldi per l’atletica isolana, sono stati infatti assegnati i titoli di campioni regionali assoluti e italiani di categoria, ma non solo!
Come di consueto, dopo non poche difficoltà che avevano lasciato credere che un'altra manifestazione internazionale, dopo il Meeting Terra Sarda e Meeting Delogu sarebbe caduta, si sono svolti ad Ajaccio i Giochi delle Isole, in cui neanche a dirlo si sono distinti tra tutti i due talentuosi ragazzi dell’Atletica Valeria, Riccardo e Andrea Usai.
Ma andiamo con ordine, raccontando ciò è successo nell’ultimo Week-end di Giugno, dove al Campo Coni di Cagliari sono stati assegnati i titoli di Campioni Sardi. In una due giorni in cui il vento (che ha condizionato e non poco le prestazioni) e l’assenteismo (record in negativo di partecipanti) l’hanno fatta da padroni, a meritarsi gli onori della cronaca più di chiunque altro è il sestese del Cus Cagliari, Eugenio Meloni.  Il saltatore in alto va a migliorare infatti il suo stesso Record Sardo, valicando l’asticella a 2.17m, misura che fa ben sperare per il futuro visto che il portacolori cagliaritano è reduce da una mononucleosi che gli ha impedito di allenarsi con costanza durante la preparazione invernale. Tra i vari titolati spicca il nome di un giovanissimo dell’atletica Valeria di Decimomannu, Riccardo Usai, che si conferma il più forte mezzofondista isolano sulla distanza dei 1500m, andando a conquistare il primo gradino del podio con un modesto (per lui) 4’01”07. Per quanto riguarda le altre gare si confermano ancora una volta i padroni dello sprint a quattro mori, i due cagliaritani Pianti e Marceddu, con quest’ultima capace di fare tripletta conquistando la prima piazza anche nel mezzo giro di pista e nella 4x100. A replicare l’impresa della Marceddu è una sua compagna di staffetta, Daniela Lai, che si conferma in netta crescita trionfando nel salti in estensione, lungo e triplo. Sempre nella velocità spunta il nome di un’altra ragazza tesserata per una società decimese, è Elena Cruccas della Nuova atletica Sardegna, che si mette al collo un preziosissimo Bronzo. Bis di medaglie anche per lo specialista del giro della morte, Luigi Becca che fa suoi i 400m piani e i 400m con ostacoli. Per quando riguarda il mezzofondo si confermano i “soliti noti” con Mula che fa suoi gli 800m e Mura a tagliare per primo il traguardo in solitaria nei 5000m. Ci si aspettava una gara spettacolare nel salto in lungo, ultimamente rivelatosi terreno fertile per l’atletica sarda. Complici anche le assenze degli altri due azzurrini Andrea Pianti e Antomarco Musso, a conquistare il titolo è un altro azzurro Elias Sagheddu della Delogu Nuoro con un balzo da 7.31m.
Come anticipato in precedenza si sono svolti anche quest'anno i “Giochi delle Isole”, manifestazione internazionale a carattere giovanile che vorrebbe essere una sorte di mini olimpiade tra le maggiori isole del mediterraneo. In un’edizione un po' sottotono per quanto riguarda numero di partecipanti, si sono fatti valere i due pionieri di questo movimento sportivo giovanile che tanto lascia sperare per il futuro. Riccardo e Andrea hanno fatto incetta di medaglie, il primo porta a casa un oro negli 800 e un argento nei 400, con tanto di primato personale. Il secondo porta a casa un oro nei 2000 siepi e tanta sfortuna, che gli ha impedito di partecipare alle altre gare, in cui partiva senza dubbio da favorito per un piazzamento importante.
I risultati dei due portacolori decimesi passano però in secondo piano se facciamo un passo indietro e andiamo a Rieti dove si sono svolti i Campionati Italiani Allievi. Qui i due ragazzi sono riusciti a portare a casa due medaglie di bronzo. Andrea compie l’impresa nei 2000 siepi conquistando un terzo posto un po’ insperato, ma è proprio questo a rendere il tutto più bello! Riccardo invece si mette al collo una medaglia del metallo meno pregiato in una gara “non sua”.
Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due sardi, il già citato Andrea Pianti dell’Atletica Porto Torres, che dopo il titolo italiano al coperto fa il bis outdoor, e dell Amsicorino Paolo Caredda che coglie un bellissimo bronzo nel Salto Triplo.


(Vulcano n° 80)

comments powered by Disqus
top