22

GEMELLAGGIO TRA VILLASOR E ALAGÒN, DUE COMUNITÀ UNITE DALLA STORIA

20180728 175025
20180729 225340
villasor autorità

 

DAL VULCANO N° 97 IN DISTRIBUZIONE

 

di LUIGI PALMAS

 

Sabato 28 luglio si è riunito, nel suggestivo cortile interno della Casa-forte Siviller, detto anche Castello Siviller, il Consiglio Comunale di Villasor, in seduta straordinaria, per sottoscrivere il patto di gemellaggio istituzionale, approvato dal Consiglio a maggio, tra Villasor e la città spagnola di Alagòn.

Il consigliere comunale di Alagòn Jonatan Gomez Casale, delegato per il gemellaggio, in rappresentanza della sua città, dal Sindaco Josè Becerril Gutierrez, impossibilitato ad esserci, ha presenziato il Consiglio insieme a Massimo Pinna, Sindaco di Villasor, presenti autorità politiche, il Presidente della Provincia Sud Sardegna, militari, religiose e civili con associazioni culturali, imprenditoriali e molti cittadini.

In delegazione anche i numerosi componenti del Gruppo Folkloristico Virgen de Castillo di Alagòn, giunti per il gemellaggio e per i festeggiamenti del Quarantennale del Gruppo Folkloristico San Biagio di Villasor con cui intrattengono rapporti di amicizia e fratellanza ormai da anni.

Il Sindaco Massimo Pinna saluta e da il benvenuto a tutti i presenti, agli ospiti spagnoli, a tutti i componenti del Gruppo Folk e al suo Presidente Stefano Poddighe, per questo importante e storico traguardo festeggiato in tre giorni ricchi di tradizione, cultura, mostre ed eventi.

Il consigliere Jonatan Gomez Casale, ringrazia, porge i saluti della sua città e pronuncia un discorso di grande rilievo politico-culturale, tradotto da un interprete di lingua spagnola.

Il patto di gemellaggio che si sigla è un atto grandemente simbolico, senza precedenti, accogliendo le istanze manifestate negli anni da molti cittadini ed Associazioni culturali, per suggellare ufficialmente un legame che unisce le due città per fatti storici comuni.

La cittadina spagnola di Alagòn, in provincia di Saragozza, è la città di provenienza della omonima famiglia iberica, che, giunta in Sardegna in seguito alle conquiste aragonesi, si insediò nell' isola e governò dal 1537 il territorio dell' antica Sorres, che conobbe allora un periodo di forte espansione e sviluppo, sino ad essere elevato a Marchesato, nel 1594, da Filippo II in favore di Giacomo Alagòn, nipote del primo Conte.

Sono innumerevoli e innegabili le testimonianze che ancora oggi ricordano la presenza degli Aragonesi nel nostro territorio e possono essere rintracciate nei nostri beni architettonici, nelle nostre tradizioni, nella nostra lingua, nella musica e nei balli, nelle lavorazioni tessili e artigianali e nella nostra gastronomia....

 

SE VUOI APPROFONDIRE QUESTO ARTICOLO PRENOTA LA TUA COPIA DEL VULCANO N° 97 NEL PUNTO DI CONSEGNA A TE PIU' VICINO.

 

 

comments powered by Disqus
top