22

Fiorentina-Cagliari 1-1, Pavoletti risponde a Veretout

fiornetina-cagliari
I viola passano in vantaggio su calcio di rigore, pareggia il neo papà cagliaritano con una zampata vincente

 

di Luca Pes

TORNA CEPPITELLI – Nessuna variazione tattica per Fiorentina e Cagliari, entrambe le squadre si schierano col consueto modulo di gioco. Pioli manda in campo Biraghi, autore del primo gol in maglia azzurra, sulla fascia sinistra. Edimilson gioca in mediana, Gerson è in regia, confermato il tridente con Chiesa e Pjaca ai lati di Simeone.
Maran piazza Ceppitelli, al rientro dopo l'infortunio di Empoli, al centro della difesa in coppia con Pisacane. Faragò è titolare sulla destra al posto di Srna. Ionita, con lo spostamento di Castro sulla trequarti, trova ancora posto a centrocampo. In attacco, a sorpresa, fuori Pavoletti. Il centravanti rossoblù è reduce da una notte insonne dovuta a un lieto evento: è nato il primogenito Giorgio. Al suo posto, a fare da spalla a João Pedro, lo spilungone Cerri.
Partita all'insegna del ricordo di Davide Astori, che ha dedicato gran parte della carriera alle due squadre oggi in campo.

VENTO E NOIA – Partita condizionata dal forte vento che soffia sul “Franchi” di Firenze. Il primo, timido, tentativo è di Chiesa che al 12° calcia di poco a lato. È il 13° quando applausi e cori coinvolgono tutti i settori dello stadio per ricordare Davide Astori. Al minuto 22, primo tiro in porta del Cagliari: João Pedro serve Cerri, il cui sinistro viene respinto da Lafont. La partita è decisamente poco spettacolare e avara di occasioni da gol. Al 39° recupero di Castro dopo una progressione offensiva di Varetout. Allo scadere del primo tempo, l'occasione più nitida fino a quel momento: Chiesa si gira bene, calcia in diagonale e la palla si perde di pochissimo sul fondo.

COLPO SU COLPO – Tornano in campo gli stessi uomini che hanno disputato il primo tempo. I viola si portano subito in avanti ed hanno una ghiotta occasione al 52° con Chiesa che, di testa, spedisce di poco a lato. Al 58°, contatto in area tra Chiesa e Barella: cartellino giallo per il centrocampista sardo e calcio di rigore per la Fiorentina assegnato con l'ausilio del VAR. Dagli undici metri Veretout è freddissimo e spiazza Cragno. Maran cerca di riequilibrare il match e inserisce Pavoletti al posto di Cerri. Il nuovo entrato conclude per la prima volta in porta al 66° di tacco, ma Lafont non si fa sorprendere. Al 69° João Pedro serve sulla destra Faragò, il quale mette un bel pallone rasoterra al centro dell'area: Pavoletti, con una zampata, infila il portiere viola e pareggia il conto. Il Cagliari si proietta nuovamente in avanti e conclude verso la porta prima con Castro e poi con João Pedro, senza creare particolari grattacapi a Lafont. Tra il 79° e l'80° la Fiorentina è pericolosa in due circostanze: prima Chiesa tira dal limite e Cragno devia sul fondo, poi è Simeone che si presenta di fronte all'estremo difensore rossoblù e Pisacane, in extremis, ci mette una pezza. All'81° Lafont salva miracolosamente coi piedi su conclusione di João Pedro. Ma il vero intervento prodigio è quello che compie Cragno all'88°, togliendo dalla porta uno splendido pallonetto al volo di Chiesa. Vengono assegnati 5 minuti di recupero, a cui se ne aggiungono altri 5 per la necessità di prestare soccorso a Milenkovic e Pezzella, usciti entrambi malconci dopo uno scontro aereo. Finisce senza ulteriori sussulti, al Franchi è 1-1.

CHIESA SUPERLATIVO – Punto prezioso per il Cagliari, ottenuto su un campo molto difficile. Ottima prestazione di Cragno, in difesa Pisacane si distingue per l'efficacia dei suoi interventi. Buona prova di Castro, anche se la qualità delle giocate non è quella vista contro il Bologna. In avanti poco incisivo Cerri, più ispirato João Pedro che sembra trovarsi a meraviglia così vicino alla porta. Decisivo l'ingresso del bomber Pavoletti.
Tra i viola, bene i tre della linea mediana. Ottimo Chiesa, autore degli spunti più interessanti e delle conclusioni più insidiose. Simeone non punge, Pjaca decisamente in ombra. 
Il Cagliari si porta a quota 10 in classifica e tra sette giorni attende il Chievo di Ventura alla Sardegna Arena. La Fiorentina aggancia la Roma a 14 punti e nel prossimo turno farà visita al Torino di Mazzarri.

 

Il tabellino

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Hugo ©, Biraghi; Edimilson, Gerson (78° Eysseric), Veretout; Chiesa, Simeone (86° Vlahovic), Pjaca (70° Mirallas).
A disposizione: Dragowski, Diks, Laurini, Ceccherini, Hancko, Dabo, Norgaard, Benassi, Thereau.
Allenatore: Pioli

CAGLIARI (4-3-1-2)Cragno; Faragò, Ceppitelli, Pisacane, Padoin; Ionita, Bradaric, Barella ©; Castro (90° Dessena); Cerri (62° Pavoletti), João Pedro.
A disposizioneRafael, Aresti, Pajic, Andreolli, Cigarini, Sau, Doratiotto, Romagna
Allenatore: Maran

ARBITRO: Giacomelli
Assistenti: Caliari - Lanotte
Quarto uomo: Pillitteri
Addetti al VAR: Aureliano - Schenone

RETI: 60° Veretout (rig.), 69° Pavoletti
Ammoniti: Ionita, Barella
Corner: 6-7
Recupero: 0' , 5'

comments powered by Disqus
top